Cervinara: Contro il San Vito Positano senza Zerillo e Calandrelli

Alla fine si gioca, il Cervinara di buonora come è consuetudine al “Vittorio De Sica”, scenderà in campo in costiera amalfitana contro il San Vito Positano. La settimana di maltempo, con le forti nevicate che avevano resi impraticabili i campi di gioco azzerando gli allenamenti, avevano spinto molte società irpine e sannite a chiedere uno slittamento della giornata dei campionati dilettanti. La Lega Regionale non è stata dello stesso avviso confermando il programma in calendario. Neanche la possibilità di anticipare la partita al sabato è andata a buon fine, il San Vito Positano in maniera garbata non è stata dello stesso avviso sostenendo che il campo era occupato da un’altra squadra. Quindi si gioca di mattina, cosa a cui i padroni di casa sono abituati, con la levataccia dei calciatori caudini per essere pronti e tonici al momento di scendere in campo. Per il Cervinara è una partita delicata, ovviamente la squadra, e mister Iuliano lo conferma, punterà con decisione ai tre punti nella convinzione che la corsa alla vetta della classifica deve continuare senza pause. I caudini vogliono centrare il poker di vittorie consecutive, la squadra è in salute e in fiducia, mostra sincronismi perfetti e soprattutto traspare in ogni occasione la forza del gruppo deciso a giocarsi tutte le carte. Il San Vito Positano sul proprio campo concede pochissimo, un fattore ambientale particolare che spesso distrae gli avversari, e poi i giocatori di casa hanno bisogno di punti, si trovano ai margini della zona play out, e quindi vogliono sfruttare il fattore casalingo. Importante sarà tenere a bada i uomini migliori Porzio e Di Ruocco, molto bravi ad andare in rete. Ed il Cervinara? I biancoazzurri si presenteranno all’appuntamento senza pedine importanti. Il giovane Calandrelli non ha recuperato dai problemi alla schiena, mentre assente sarà anche Diego Zerillo appiedato da giudice sportivo per il numero di ammonizioni sommate. Due le ipotesi nella mente di mister Iuliano, schierare Petrone dal primo minuto e giocare con il solito modulo, il 4-2-3-1 oppure far ricorso ad un centrocampista in più come Saginario e avere un 4-3-3, modulo tattico più conservativo, puntando sul trio di attacco Russolillo-Befi-Colarusso. Conferma per il giovanissimo Luca Casale al posto di Calandrelli, per il resto stessa formazione vista contro il Faiano. Non potranno seguire la trasferta i tifosi cervinaresi, l’ou è arrivato dalla Prefettura di Salerno per l’inagibilità del settore ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.