Cervinara. Sarà completato asilo nido in costruzione a Ferrari.

Finalmente, l’asilo nido in costruzione a Ferrari di Cervinara, sarà completato. Lunedì prossimo, 26 di marzo, il sindaco Filuccio Tangredi si recherà a Napoli, presso gli uffici dell’assessorato regionale ai servizi sociali. In quella sede, siglerà un accordo per ottenere i 150 mila euro mancanti per completare la struttura. Dopo varie vicissitudini, quindi, il centro caudino si potrà dotare di un importante servizio, degno delle società più evolute. Bisogna tenere conto, infatti, che nei comuni irpini della Valle Caudina non esiste un asilo nido pubblico. Solo la settimana scorsa ha aperto i battenti a San Martino una ludoteca che, però, si rivolge già ai bimbi che hanno da i sei mesi in poi. Per i bimbi appena nati, quindi, non esistono strutture pubbliche . Ciò significa che i genitori, in special modo le mamme, sono costrette ad abbandonare il lavoro per accudire i neonati o pagare rette molto salate che non tutte le famiglie si possono permettere. L’asilo nido di Ferrari può ospitare sino a trenta neonati, una cifra molto superiore rispetto alla media delle nascite di quattro comuni irpini della Valle Caudina, Il sindaco Tangredi ha sottolineato che una volta ottenuto il finanziamento mancante, entro due mesi al massimo i lavori dovrebbero essere completati. Non solo, il piano sociale di zona A 4,. ha già i fondi per gli arredi, per le varie suppellettili e per il personale che dovrà gestire il nido. Insomma, per l’inizio della prossima estate, tutto dovrebbe essere pronto. Magari, avendo un nido che funziona e funziona bene, tanti giovani coppie potrebbero essere incoraggiate a mettere al mondo dei figli. La denatalità che sempre più si registra nei nostri centri è figlia, purtroppo, sopratutto della carenza assoluta di strutture che vengano incontro ai genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.