Cervinara. Situazione di molti nuclei familiari è devastante!

I territori muoiono così, muoiono quando i servizi vengono progressivamente ridotti e le voci che denunciano diventano sempre più afone. Qualche giorno fa, parlando con una assistente sociale che conosce il territorio di Cervinara ci ha detto che la situazione in cui vivono molti nuclei familiari è devastante. Ha usato questo termine, altro non ci ha potuto dire perché legata al segreto professionale. La stessa situazione si vive a Rotondi, a San Martino Valle Caudina a Roccabascerana, paese quest’ultimo, dove ben cinque bimbi sono stati allontanati dai loro genitori. Tra le altre cose, infatti, la Procura presso il Tribunale dei Minori di Napoli ha scoperto che uno di loro, infatti, il più piccolo, gravato da una malattia, veniva portato davanti ai supermercati di Benevento per chiedere l’elemosina. Questo piccolo era anche denutrito ed ora, grazie a Dio, sta bene, almeno dal punto di vista fisico. Solo Dio sa quali potranno essere i risvolti psicologici per lui ed i suoi fratellini. Ma, per una storia che emerge, tante altre restano soffocate tra le mura di casa. Sono storie di abusi, di dipendenze, di violenze, di estreme privazioni, di sfruttamento e di tutto il peggio che il genere umano possa fare contro i suoi simili. Per i minori, l’unica, esile forma di protezione arriva dalla scuola. Quando ci si rende conto dei disagi, gli operatori cercano di fare qualcosa in ogni modo. Per il resto, nessuno fa nulla. Da circa tre anni, questi comuni irpini della Valle Caudina non hanno alcuna assistenza sociale, questo perché un giorno, in regione Campania, qualcuno ha deciso che ci fosse un accorpamento, per il piano sociale di zona, con Avellino capoluogo di provincia. Da allora, un territorio, dove la situazione sociale, secondo un esperto del settore, è devastante, non può contare su alcuna struttura. Ora, si può solo sperare che il nuovo sindaco di Avellino sia più sensibile del suo predecessore e faccia in modo che si rimetta in moto l’ufficio di piano. Sembra davvero assurdo che tante persone debbano attendere la benevolenza di un singolo per cercare di uscire da una situazione devastante, Eppure è proprio così, e tutto questo succede nel 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.