Cervinara. Tutti a sostenere Dylan alle prese con la maturità.

C’erano tutti, i ragazzi della quinta C, non potevano mancare all’esame di uno di loro , un amico e un compagno di classe. Tutti a sostenere Dylan alle prese con la maturità , una prova importantissima per tutti i 18enni, ma per lui ancora di più. Dylan Marro ha completato , brillantemente, il suo percorso di studi al SIA, che sta per sistemi informativi aziendali, dell’istituto omnicomprensivo Francesco De Sanctis di Cervinara, guidato da Serafina Ippolito Ha ottenuto 80 all’esame ma la prova che ha riguardato lui, il suo insegnante Pasquale Parente, l’intero corpo docente ed i suoi compagni di classe, non può essere classificata, non c’è voto che tenga. Dylan è un ragazzo speciale, burocraticamente, si dovrebbe annoverare tra i diversamente abili perchè soffre di una sindrome di autismo, sin dalla nascita. Una definizione vera solo in parte. E’ vero, Dylan è diverso, ma di quella diversità che arricchisce ed entusiasma chi interagisce con lui. Una diversità che i suoi compagni hanno apprezzato sin dal primo giorno di scuola, nei cinque anni di percorso scolastico e non hanno mai deriso, come, purtroppo, avviene altrove. Hanno scherzato con lui, ma come si fa tra amici e non tra bulli e vittime.. Una diversità, capita da subito dal corpo docente, ed esaltata dall’insegnate di sostegno Pasquale Parente che fa parte di quella categoria di docenti che fanno con amore e passione la loro opera e restano straordinari pilastri di una scuola, sempre alle prese con le più improbabili riforme. Un sistema che non esalta ma mortifica questi persone che sono in prima linea ogni giorno. Insomma, Dylan con il suo esame ha fatto tante altre cose, Ha dimostrato che l’autismo è un muro che si può abbattere quando ci sono delle forze positive che che ti sostengono e ti apprezzano solo e semplicemente per quello che sei. Ha dimostrato che lui può studiare, apprendere, interagire come tutti gli altri. Ha dato una piccola, grande soddisfazione alla mamma che in tutti questi anni lo ha riempito di cure, attenzioni e coccole, le coccole che solo le mamme sanno riservare ai figli. Pensate solo per un istante alla soddisfazione e all’orgoglio di questa donna nel vedere il figlio sostenere questa prova. L’esame non è stato un successo, è stato un trionfo. Dylan ha esposto la sua tesina, ha risposto anche alle domande in inglese che gli ha rivolto il presidente. Ma il vero trionfo è stato l’alto esempio di integrazione che ha saputo dare l’istituto omnicomprensivo De Sanctis di Cervinara, una scuola che non lascia nessuno indietro. Una scuola che, con tutte le sue componenti, esalta la diversità e la rispetta. Una scuola che serve a far crescere una comunità, educando i propri ragazzi a migliori valori. Una scuola che si è tanta arricchita, grazie a Dylan Marro, cui vanno i nostri complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.