Cervinara va fiera dei ragazzi della Pro Loco “A.Renna”.

foto alto marchesaleUna serata di altissimo livello, quella che ieri sera, si è svolta nel cortile del palazzo Marchesale a Ferrari di Cervinara. E’ stata la degna conclusione di Cervinarte, il festival, organizzato dalla Pro loco, Angelo Renna, che ha dato una scossa alla vita culturale del centro caudino. Protagonista assoluto, Maurizio de Giovanni, lo scrittore partenopeo, autore della saga del commissario Ricciardi e dei Bastardi di Pizzofalcone. A lui, i soci della Pro loco, presieduta da Alessandro Carofano, hanno assegnato il premio memorial Nicodemo De Vito, per la letteratura. Ma de Giovanni faceva parte di un parterre davvero importante, in quanto l’associazione ha assegnato il premio legalità al capo della squadra mobile di Napoli, Fausto Lamparelli e Caudinità al prefetto di Avellino, Carlo Sessa. La serata, quindi, è stata ricca di spunti ed è stata seguita ed apprezzata da centinaia di persone. Non solo, de Giovanni ha accettato l’invito di diventare ambasciatore di Cervinarte e proprio per rendere ancora più forte questo legame che si è stretto con Cervinara, il sindaco Filuccio Tangredi, è intervenuto per offrire la cittadinanza onoraria. A questo punto, de Giovanni, non solo ha accettato ma si è anche commosso per l’affetto che gli è arrivato. Stessa cosa anche per il capo della mobile, che ha portato con se il questore di Napoli, Marino e per il prefetto Sessa. E’ stata una serata da incorniciare, de Giovanni, dopo il convegno ha visitato la mostra Cervinaria ed è rimasto molto colpito, Non solo, si è intrattenuto con tutti i suoi fans e non si è risparmiato per foto ed autografi. Ma soprattutto deve essere messo in evidenza che ora la pro loco ha un formidabile alleato ed il festival Cervinarte, che già quest’anno, ha toccato vette altissime, a partire dal prossimo anno, salirà certamente di livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*