Cervinara. Vicenda Tari: i chiarimenti del Sindaco.

Presa visine di un comunicato relativo alla Tari pieno di inesattezze , peraltro accompagnato da un manifesto fatto affiggere alle cantonate del paese, il Sindaco chiarisce come richiesto i termini della questione. Da premettere che il pagamento della tari riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti e di spazzamento delle strade, viene pagata per legge interamente dai cittadini a fronte di servizi resi dalle aziende che svolgono il servizio. Pertanto ci troviamo difronte ad una partita di giro contabile che non riguarda le casse comunali in senso stretto in quanto il Comune si limita semplicemente a pagare i servizi resi da terzi in nome e per conto dei contribuenti che hanno usufruito del servizio. La rateizzazione non e’ suddivisa in piu’ anni in quanto chi effettua il servizio fattura mensilmente le prestazioni, ed il Comune alla scadenza dei documenti contabili deve effettuare i pagamenti, suddividere i pagamenti in piu’ anni come proposto significa far far chiudere le aziende che svolgono il servizio. Inoltre proprio in tempi recenti il Governo obbliga le pubbliche amministrazioni a pagare nei tempi previsti sono noti i casi di persone e aziende che vanno in rovina perche’ non riescono a risquotere le loro prestazioni. Addirittura vi e’ una raccomandazione della Corte dei Conti e dei revisori dei conti ad allineare i pagamenti dei ruoli temporalmente all’ effettiva prestazione effettuata, di qui’ la necessita’ di procedere ad un allineamento graduale del periodo di imposta con il servizio reso. Ad oggi nelle more di questo allineamento il Comune di Cervinara anticipa diverse mensilità, e questo risponde alla richiesta di chiarimenti circa lo stato di salute del bilancio del Comune di Cervinara nonostante i tagli feroci alle rimesse finanziarie operato dallo Stato nei confronti degli enti locali. Spero di essere stato esauriente rispetto ai chiarimenti richiesti, anche se dovrebbero essere concetti gia’ chiari e non richiedere l’affissione di un manifesto inutile, ma mi rendo conto che non e’ cosi’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.