Cervinara (Av). Il comune non ha residui passivi da sanare

Le difficoltà restano tantissime, ma il comune di Cervinara mantiene una buona solidità economica. E’ quanto si evince dal consiglio comunale di ieri sera che, tra gli altri punti all’ordine del giorno, aveva anche l’approvazione ed il rendiconto dell’esercizio finanziario del 2014. Mentre tanti altri comuni, compresi quelli caudini, basti pensare a Montesarchio, che ha una sofferenza di undici milioni di euro, hanno fatto i conti con i residui passivi, Cervinara non ha debiti da mettere in bilancio, Non si tratta di poca cosa, in quanto, nel caso dovesse esserci una deroga al patto di stabilità, per primi i comuni senza debiti, potrebbero accedere a dei mutui. Per il momento, però, questa possibilità non si palesa e continuano a diminuire le rimesse statali a favore degli enti locali. Oltre a questo punto all’ordine del giorno,sul quale ha relazionato il sindaco Filuccio Tangredi, il consiglio ha affrontato, su relazione dell’assessore Anna Marrro, l’istituzione di un albo delle associazione del terzo settore. Subito dopo, invece, quello che, forse, era il punto più atteso, ossia, il conferimento della cittadinanza onoraria a Peter Cincotti, la cui famiglia è originaria di Cervinara. I motivi del perché il comune gli vuole conferire la cittadinanza onoraria sono stati illustrati dalla consigliera Paola Pallota ed il punto è passato all’unanimità. La capogruppo di maggioranza, Raffaella Cioffi, invece, ha chiesto al consiglio alcuni cambiamenti nello statuto del Forum dei giovani, per meglio regolamentare la partecipazione dei ragazzi alla vita politica del paese. Infine, sempre il sindaco, ha illustrato l’ordine aggiuntivo, che riguarda il progetto per le fogne della frazione Valle. Anche questo è stato un punto molto atteso, in quanto l’intervento promette di risolvere, finalmente, il problema degli allagamenti della frazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*