Cervinarte 2016 – antologia, mostra di arte contemporanea

Domenica 4 settembre 2016, si inaugura negli ambienti di Palazzo Buonanni Antologia, mostra di arte contemporanea di Gianmarco Biele, Vincenzo D’Argenio, Flaviano Esposito e Valentina Argia Socievole, a cura di Luciana Berti e Mario Francesco Simeone. Il vernissage darà avvio a Cervinarte, festival dell’arte e della creatività memorial Nicodemo De Vito, organizzato dalla Pro Loco “A. Renna” di Cervinara e diretto da Alessandro Carofano con il patrocinio del Comune di Cervinara.
A partire dalle ore 18.30, la collettiva presenterà una serie di opere inedite ed eterogenee, dalla fotografia all’installazione ambientale, dal suono al disegno, allestite in dialogo con le suggestioni dell’antico palazzo gentilizio, residenza di Michele Buonanni, chirurgo maggiore del corpo generale della Reale Artiglieria di Ferdinando IV di Borbone e tra i principali studiosi dell’infezione del vaiolo. Il progetto si pone in continuità con Cervinaria, mostra presentata in occasione della scorsa edizione di Cervinarte, a conclusione di un periodo di raccolta di memoria storica locale e lavoro in loco e proporrà un nuovo momento di riflessione sulle possibilità comunicative dell’opera d’arte. Antologia allarga le strutture narrative e percettive, lasciando al fruitore il compito di delineare una personale fisionomia del racconto. La mostra si configura come una raccolta di brani visivi, realizzati in seguito a un’intensa collaborazione tra gli artisti e prendendo spunto dalla “Corona”, una raccolta di epigrammi composta intorno al 100 a.C. dal poeta Meleagro di Gadara, che riunì i testi di quarantotto autori di stile alessandrino, tra i quali Saffo, Alceo, Callimaco. Ogni poesia si accompagnava ad un testo dedicato a un fiore, paragonato da Meleagro, allo stile del poeta. La raccolta fu così conosciuta anche con il nome di “Antologia”, termine composto da anthos, fiore, e legein, scegliere. Le opere esposte in Antologia aspirano alla leggerezza, come le poesie alessandrine, e si diffondono nello spazio espositivo invitando il pubblico a riscoprire un angolo di storia della città.
La mostra sarà visitabile fino al 20 settembre 2016, tutti i giorni, dalle ore 18.00 alle ore 20.00 e in altri orari su appuntamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*