Cervinarte si avvia i titoli di coda con un successo di pubblico e di critica.

logo cervinarteCervinarte sta per terminare. La bella effervescenza culturale che la Pro loco Angelo Renna ha provocato in queste due settimane, volge al termine. Ma, come avevano promesso più volte, i ragazzi della Pro loco hanno in serbo ancora una stupenda sorpresa. Giovedì tre di settembre, nello splendido scenario del palazzo marchesale di Ferrari, sarà ospite lo scrittore Maurizio de Giovanni, A lui, è stato assegnato il premio letteratura, dedicato a Nicodemo De Vito. L’autore della saga del commissario Ricciardi e dei Bastardi di Pizzofalcone, è uno scrittore molto amato, in cima alle classifiche di vendita con il suo ultimo lavoro, Anime di vetro. Ma è anche un esempio di attaccamento alla propria terra, alle proprie radici, e, quindi, la Pro loco lo ha giudicato più che degno per questo premio, dedicato a Nicodemo De Vito, che tanto si è speso per la propria terra. Ma non ci sarà solo de Giovanni. Nella stessa serata verrà premiato con il premio Caudinità anche il prefetto di Avellino Carlo Sessa, che tanto di sta spendendo, in questo momento critico, per evitare tensioni tra i rifugiati e la popolazione locale. Senza contare che per i ragazzi, giovani e preparati, la legalità è un nume tutelare e questo premio sarà assegnato al capo della squadra mobile della questura di Napoli, Fausto Lamparelli. Un tris di assi che diventerà un poker, in quanto alla serata ha assicurato la sua partecipazione anche il questore di Napoli Guido Marino. Insomma è una serata da non perdere per tutti gli amanti della letteratura e delle cose belle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*