Ci attende una lunga maratona elettorale: il 2018 sarà anno di elezioni.

Tiriamo un po’ il fiato perchè ci attende una lunga maratona elettorale. Il 2018, infatti, sarà anno di elezioni. Si vota per il rinnovo di Camera e Senato, ma si vota anche per l’elezione diretta del sindaco in importanti realtà. E, a quanto pare, non ci sarà un’unica data per accorpare questo appuntamento, ma ci dovrebbe essere un lasso temporale di tre mesi dalle politiche alle comunali. Cinque anni fa, nel 2013, tutti gli italiani sono tornati alle urne domenica 24 e lunedì 25 febbraio, per il rinnovo di camera e senato, pochi mesi prima della scadenza naturale. Appare plausibile, quindi, che il presidente Mattarella sciolga le camere per fare in modo che vengano rispettati i cinque anni esatti da un voto all’altro. Mentre si andava al voto qualche mese prima per le politiche, sindaci e consigli comunali eletti nel 2008 continuano i loro mandati e, quindi, le comunali furono fissate il 26 ed il 27 maggio. Anche in questo caso, quindi, se non ci dovessero scioglimenti anticipati, per le comunali, i cittadini interessati si recheranno al voto tre mesi dopo. Questo appuntamento interessa realtà importanti del nostro territorio, come ad esempio, la città di Avellino o, in Valle Caudina, i comuni di Montesarchio e Bucciano. Per le politiche, la campagna elettorale si può dire che si già iniziata ed il fuoco di fila, con il passare delle settimane, aumenterà. Per i comuni, invec,e ad Avellino si può dire che è campagna elettorale permanente. In Valle Caudina, invece, al momento tutto tace, ma si sa che il fuoco cova sotto la cenere. A Montesarchio, il sindaco uscente Franco Damiano sarà in corsa per ottenere un secondo mandato, ma, al momento, si sa poco o niente dei suoi eventuali avversari. A Bucciano tiene, invece, banco le eventuali scelte del sindaco Domenico Matera. Il primo cittadino ha portato a termine i due mandati, ma essendo Bucciano comune al di sotto dei tremila abitanti, Matera si potrebbe riproporre per la terza volta. Insomma, da gennaio alle fine di maggio, ci sarà un overdose di propaganda, speriamo che possa innalzarsi anche la qualità della proposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*