Cillo: 57 lettere di sfratto per gli abusivi degli alloggi popolari.

Oltre 70mila euro di fondi diretti stanziati per favorire misure di contrasto alla povertà e altri 239mila euro indiretti che verranno erogati alle famiglie che ne faranno richiesta e dotate di requisti, e una serie di iniziative per promuovere i centri antiviolenza del Pdz. Sono solo alcune delle iniziative messe in campo dall’assessorato alle politiche sociali del Comune di Avellino di intesa con il Piano di zona Sociale. Ad illustrare i dettagli dei numerosi progetti a sostegno delle persone in difficoltà, ma anche di bambini e anziani, è stato l’assessore al ramo, Marco Cillo, nel corso di una conferenza stampa tenuta questa mattina a Palazzo di città. Si partirà con l’erogazione di un buono mensile di 500 euro, mentre 160mila euro saranno suddivisi in voucher, compresi quelli alimentari e altri 79mila per provvedere alle spese di utenza e affitti. In tal modo anche gli affittuari di alloggi popolari “non avranno più scuse” per i canoni in sospeso. Non a caso, contestualmente, l’assessore delegato anche alle politiche abitative, annuncia l’imminente immissione di 57 lettere di sfratto, 400 cartelle di Equitalia  e altre 400 lettere di morosità da saldare entro sei mesi della consegna. Tornando ai progetti contro la povertà, Cillo parla di risposte efficaci che “non può dare certo un assessorato da solo”, ma l’intesa con il Piano di zona sociale è stata efficace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*