In circolazione monete false da due euro.

Una semplice calamita per difendersi dallo spaccio e dalla circolazione di monete false. Sarebbe questa la soluzione consigliata dalle Forze dell’Ordine per difendersi dalla diffusione di valuta metallica contraffatta, che nel periodo estivo è andata ad intensificarsi soprattutto in Campania. Un semplice oggetto, raccomandato anche dal Comando Antifalsificazione Monetaria dei Carabinieri, per evitare di ricevere monete false magari come resto di un gelato. A lanciare l’allarme è il Comando dei Carabinieri di Napoli che, nell’ambito dei servizi di controllo “Estate 2017”, ha infatti effettuato diverse operazioni che hanno portato al rinvenimento ed al sequestro di monete da 2 euro, oltre a banconote false da 10, 20 e 50 euro per un valore complessivo di oltre 4,5 milioni di euro, pronte per essere introdotte negli esercizi commerciali della costa campana fino a Palinuro. La nuova frontiera per i falsari sono proprio le monete poiché sono facili da commerciare e suscitano meno attenzione. Per distinguere le monete false è sufficiente una piccola calamita. Se le monete si attaccano sono vere, perché i falsari non riescono a riprodurre il magnetismo che la Zecca di Stato ottiene attraverso un procedimento particolare, al fine di rendere riconoscibili le monete alle macchine automatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*