‘Circumlacuale’, Gdf denuncia 25 persone a Corte dei Conti

corrte-dei-conti campobassoDoveva essere un’arteria strategica per lo sviluppo della mobilità interna di Molise, Campania e Puglia, ma a 14 anni dall’aggiudicazione dei lavori, è stata realizzata solo una galleria di 200 metri a fronte del progetto iniziale che prevedeva la ‘Circumlacuale’, lunga quasi tre chilometri, nei pressi del lago di Occhito, in provincia di Campobasso. La Guardia di Finanza ipotizza un danno erariale di circa 17,5 milioni di euro per l’arteria mai completata ed ha segnalato alla locale Procura regionale della Corte dei Conti venticinque persone. Si tratta di funzionari e dirigenti della comunità montana ‘Fortore Molisano’, della Regione Molise e del Provveditorato interregionale per le opere pubbliche di Campania e Molise e alcuni amministratori comunali e regionali. Gli accertamenti istruttori, disposti dal Procuratore regionale della Corte dei Conti, Carlo Alberto Manfredi Selvaggi, e svolti dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Campobasso, hanno messo in evidenza un appalto caratterizzato da diverse problematiche. Le attività ispettive, in particolare, hanno permesso di rilevare una illecita gestione dello stesso, in relazione a diversi aspetti. Tra questi, la fase esecutiva dei lavori, caratterizzata da diverse perizie di variante illegittime, che hanno comportato impedimenti e notevoli ritardi nell’esecuzione dell’opera e, soprattutto, il conseguente affidamento a trattativa privata ad un unico soggetto, in violazione delle norme della concorrenza e della trasparenza dell’azione amministrativa. Inoltre, spiegano le Fiamme Gialle, anche il conferimento degli incarichi professionali, tutti avvenuti mediante affidamento diretto, in contrasto con la normativa in materia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*