Citta’ Caudina: convocata per giovedi 19 Aprile la giunta.

Per giovedì 19 aprile, alle ore 15,00, è stata convocata una giunta della Città Caudina dei servizi, con un solo punto all’ordine del giorno. Si parlerà delle firma di un accordo, in via sperimentale, per far fare partire il servizio associato di polizia municipale. La giunta è stata convocata dal presidente pro tempore della Città Caudina, il sindaco di San Martino Pasquale Pisano. Lo stesso presidente ha ricevuto nei giorni scorsi le schede tecniche da parte di tutti e dieci i comuni che fanno parte del sodalizio, per quanto riguarda il loro organico di polizia municipale ed i loro fabbisogni. Pisano sta approntando il documento che giovedì 19 sottoporrà ai colleghi primi cittadini. Secondo il presidente, il servizio sperimentale potrebbe partire anche nella prima settimana del mese di maggio. Insomma, dopo circa quattro anni, per la prima volta, l’ unione dei comuni della Città Caudina dei servizi mette in campo il primo servizio associato. Lo scopo dell’unione è proprio quello di mettere insieme i servizi, razionalizzarli e renderli meno costosi per i cittadini. Sino ad oggi, però, non si era mai giunti ad un risultato concreto. Tanto che in molti, anche tra gli stessi primi cittadini, avevano iniziato a mettere, fortemente, in dubbio la bontà dell’Unione. C’era stato chi, come ad esempio di sindaci di Pannarano e Bonea, tra i comuni più piccoli, avevano anche espresso la possibilità di lasciare tutto. Pisano, pazientemente, appena insediatosi come presidente aveva chiesto del tempo e fiducia. Ed ora, il 19 potrebbe portare a casa un risultato davvero importante. Inseguito da anni. Certo, al momento si tratterà di un servizio sperimentale che deve essere tastato e sperimentato, ma rispetto agli anni scorsi, si può dire che si tratta di qualcosa di molto importante. Un comando di polizia municipale caudino avrebbe anche un fortissimo impatto sulla cittadinanza. L’Unione, infatti, per essere tale deve essere avvertita anche dai cittadini, non può essere solo un mettersi insieme da parte di più amministrazioni comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.