Citta’ Caudina: Pisano chiede osservatorio permanente sulla tratta Cancello-Benevento.

Torna alla carica Pasquale Pisano, presidente dell’Unione della Città Caudina dei Servizi sulla questione della tratta ferroviaria Napoli- Benevento, via Valle Caudina. Questa volta, il primo cittadino di San Martino ha preso carta e penna ed ha scritto una missiva al direttore generale dell’Eav, Umberto De Gregorio. Si tratta di una lettera ufficiale, nella quale Pisano, chiede l’istituzione di un tavolo permanente tra la stessa Eav, la Città Caudina e la regione Campania. Il tavolo si rende necessario per continuare a monitorare da vicino le tante criticità che, purtroppo, questa linea ferroviaria continua ad accusare. Si tratta degli stessi problemi che una delegazione della Città Caudina ha esposto nell’incontro che si è tenuto il 24 aprile scorso al presidente della commissione regionale trasporti Luca Cascione, presso il consiglio regionale della Campania. . Proprio in quella sede, era iniziato una sorta di disgelo con l’Eav che dovrebbe permettere di avere un nuovo approccio con un tratta ferroviaria che, purtroppo, nonostante le sua importanza, non sembra essere prioritaria per l”azienda dei trasporti. Non a caso, l’Eav avrebbe l’idea di cederla a rete ferroviaria italiana che, a sua volta, la prenderebbe in carico volentieri per rafforzare la stazione dell’alta capacità ferroviaria di Afragola. In buona sostanza, il tavolo servirebbe a chiedere tempi certi per il superamento della frana che si trova lungo i binari, per giunta, proprio nel territorio del comune di San Martino Valle Caudina. Questo costringe i passeggeri ad un trasbordo da pullman a treno e viceversa. Inoltre, cosa ancora più importante, viene rimarcata la richiesta di far rispettare gli orari alla ditta Angelino che si occupa proprio del servizio dei pullman sostitutivo del convoglio ferroviario. Non viene tralasciato la delicata questione della sicurezza dei passeggeri. E’ stato chiesto,infatti, che su i convogli ci sia un team di controllori, tutelati da una guardia giurata, per evitare che persone senza scrupoli possano viaggiare su i treni e terrorizzare i passeggeri. Purtroppo, questi casi sono capitati più di una volta. Infine, ma non per ultimo argomento, Pisano affronta la questione della soppressione del convoglio che parte alle 6 e 43 da Cancello Scalo che avviene nel periodo feriale. Anche in questo caso, si creano seri disagi ai tutti i pendolari e, quindi, Pisano chiede all’Eav di rivedere la decisione o, almeno, pensare ad un pullman sostitutivo. Questioni di grande importanza che meritano di essere affrontate in questo tavolo permanente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.