Città Caudina: servizio associato Polizia Municipale, si parte da Pannarano.

Si parte da Pannarano e si parte in questo mese di maggio, appena cominciato. Il servizio associato della polizia municipale dei comuni della Città Caudina dei servizi prenderà il via in uno dei quei paesi, come Pannarano, che da tempo, non vede per le strade un vigile urbano. La carenza di personale, il blocco del turn over e le sempre minori rimesse statali caratterizzano la vita, in negativo, dei comuni più piccoli. Non a caso, il sindaco di Pannarano Fabio D’Alessio e quello di Bonea Roviezzo sono stati tra i massimi fautori della partenza seria dell’Unione. Si tratta, per loro, di un modo per cercare di dare qualche servizio ai cittadini e tentare di frenare lo svuotamento progressivo dei paesi. Domani, mercoledì due di maggio, la segretaria generale del comune di Montesarchio, la dottoressa Grasso trasmetterà a tutti i dieci comuni dell’Unione, la delibera approvata nell’ultima riunione riguardante la partenza del servizio associato. A loro volta, le giunte di tutti i comuni ne dovranno prendere solo atto e così il servizio potrà decollare. Come già detto, si inizia da Pannarano ma poi, una volta la settimana, toccherà a tutti i comuni, oppure si effettuerà il servizio secondo le esigenze segnalate dai sindaci, magari in occasione di qualche particolare manifestazione. La presenza per le strade dei comuni di tanti agenti non servirà ad elevare contravvenzioni, a fare cassa, come qualche malizioso potrebbe pensare. Certo servirà anche a quello perché nei paesi civili le regole vanno rispettate. Ma sarà soprattutto un modo per ridare un senso di sicurezza ai cittadini che, sempre più spesso, si sentono abbandonati dalle istituzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.