Come ottenere le massime prestazioni dal PC: tutti i dettagli

Con l’avanzare della tecnologia, i computer hanno assunto un ruolo sempre più importante all’interno della nostra società. Al giorno d’oggi è pressoché impossibile pensare di svolgere anche le azioni più semplici senza l’ausilio di questi dispositivi: la maggior parte dei lavori d’ufficio, e non solo, presuppone infatti l’utilizzo di computer, stampanti e altri ritrovati tecnologici. Con il passare degli anni tuttavia, sul PC si accumulano dati, programmi inutilizzati, applicazioni e altri file di dubbia utilità, per cui è necessario eseguire periodicamente alcune azioni di ripristino e miglioramento del sistema. In questo modo, le prestazioni del computer andranno incontro a un netto miglioramento, e noi saremo i primi a beneficiarne.
Rimuovere i programmi inutilizzati
Spesso accade che sul PC si accumulino programmi e applicazioni inutilizzate, installate mesi o anni fa per completare una specifica mansione e poi messe da parte. Questi programmi, soprattutto se di grandi dimensioni ed esosi di risorse, possono rallentare considerevolmente computer e notebook, fino a renderli pressoché inutilizzabili. Per rimediare a tale problema, possiamo recarci nel menu dedicato alle applicazioni di Windows tramite il percorso Impostazioni > App e funzionalità. Qui troveremo un elenco completo dei programmi installati sul computer, e potremo decidere se disinstallarli e rimuoverli definitivamente dal disco di memoria o meno. Cliccando sul nome dell’applicazione che desideriamo eliminare dal PC, troveremo subito l’opzione Disinstalla.
A questo punto, non dovremo fare altro che autorizzare il processo e attendere la fine dell’attività. Possiamo ripetere questa operazione con tutti i programmi indesiderati, facendo attenzione a non rimuovere le app di sistema. Accanto al nome del programma troviamo poi la data d’installazione, che ci permette di capire quando abbiamo aggiunto una data applicazione al sistema. La schermata delle impostazioni indica anche la grandezza del programma nell’ordine di KiloByte (KB), MegaByte (MB) o GigaByte (GB). Le app che occupano più spazio e risorse sono grandi centinaia di MB o GB. Se il computer in nostro possesso è piuttosto vecchio, potrebbe infatti manifestare alcuni problemi durante l’esecuzione dei programmi più pesanti, rallentando l’intero sistema.
L’importanza dello standard HTML5
Anche la struttura delle pagine web rappresenta un importante fattore di valutazione per la reattività del nostro computer. Infatti, se un sito Internet adotta il nuovo e moderno standard HTML5, la pagina si caricherà più velocemente e sarà molto più semplice da utilizzare. Il linguaggio HTML5 rappresenta la naturale evoluzione dell’HTML, da assimilare allo scheletro di un sito presente sul web. È infatti su questo codice che una pagina Internet si sorregge e, per offrire il miglior servizio possibile, numerose compagnie hanno già deciso di abbandonare l’ormai superato Flash Player e adottare HTML5. Il vecchio standard Flash era molto utilizzato in passato, anche da siti come Facebook e YouTube, ma la velocità di caricamento delle pagine contenenti uno o più elementi di questo tipo ne risentiva pesantemente. Anche i computer più performanti faticavano infatti ad aprire velocemente un sito web con Flash Player, per non parlare poi dei PC più vecchi e privi delle risorse necessarie per operare al meglio. Per tale motivo, Google ha deciso di bloccare i contenuti Flash Player sul suo browser Chrome, rendendoli disponibili soltanto attivando un’apposita voce nel menu dedicato alle Opzioni del programma.
I servizi HTML5 sono invece sempre disponibili e molto veloci nel caricamento. YouTube, la piattaforma di video-sharing più popolare al mondo, utilizza infatti questo standard per la riproduzione dei contenuti multimediali disponibili sul portale. Dunque, questo sito riesce ora ad offrire l’opportunità di creare e guardare video di qualità sempre maggiore, dando agli YouTuber, ma anche agli spettatori, un’alternativa alla classica televisione. Allo stesso modo, i giochi e le slot machine presenti sul sito di Betway Casino possono essere reattive su qualsiasi browser per un’esperienza di gioco ottimale. Aprendo il portale, si nota subito l’elevata velocità di caricamento di ogni singola pagina, e anche le più popolari slot come Immortal Romance e Monster Wheels non mostrano segni di rallentamento. Ciò si riflette inoltre sulle roulette, sul blackjack e sugli altri giochi, con evidenti vantaggi per i giocatori. Un’altra piattaforma che ha trovato giovamento dall’utilizzo dell’HTML5 è chiaramente il popolare social network Facebook, sul quale vengono infatti riprodotti video utilizzando questo standard che garantisce quindi un minor tempo di attesa per il caricamento delle pagine e utenti sempre più soddisfatti. Perciò, il vecchio linguaggio Flash Player di Adobe è ormai caduto in disuso, e oggi sono pochi i siti che ancora lo utilizzano per proporre i loro servizi, tant’è che nel 2020 questo standard verrà definitivamente abbandonato a favore di HTML5. L’obiettivo cardine delle compagnie operanti sul web è infatti quello di offrire ai loro utenti la migliore esperienza di navigazione possibile, priva di rallentamenti e blocchi inattesi. Per questo, anche i computer con prestazioni inferiori sono in grado di caricare le pagine in HTML5 senza problemi, a differenza di quanto accade con Adobe Flash Player.
Verificare la presenza di virus
Se utilizziamo il computer per navigare senza aver installato un valido antivirus, potremmo incappare in un virus indesiderato. Questo riuscirebbe a rallentare anche i PC dalle prestazioni più elevate e, in alcuni casi, persino alterare i nostri dati. È dunque importante proteggersi al meglio dalle minacce del web, navigando solo sui siti protetti e certificati: utilizzando Chrome, a sinistra della barra degli indirizzi possiamo infatti consultare il grado di sicurezza e affidabilità di un sito, per agire di conseguenza. In ogni caso, è sempre bene installare sul computer un antivirus apposito, come Avast, che monitora costantemente il nostro dispositivo e lo protegge da eventuali infezioni. I virus possono infatti essere trasmetti anche aprendo un allegato e-mail sospetto, e il compito di questo utile programma consiste proprio nel prevenire e bloccare sul nascere ogni possibilità di contagio.
L’antivirus integra inoltre un pratico strumento che analizza l’intero PC alla ricerca di virus e minacce nascoste. Se il nostro PC è molto lento e il problema non è da attribuire a programmi pesanti e file inutilizzati, è probabile che vi sia un virus insito nel sistema. Grazie allo strumento di analisi, possiamo scovare questa minaccia e arginarla con pochi e semplici clic. Una scansione completa può durare anche diverse ore, ma è importante eseguirla periodicamente per preservare lo stato d’integrità del computer. Diversamente, andremo inevitabilmente incontro a problemi di lentezza, riavvi e blocchi improvvisi, impossibilità di svolgere alcune azioni, anche le più basilari, e in alcuni casi persino il furto dei nostri dati. Ciò dipende ovviamente dal tipo di contagio, e un buon antivirus può realmente fare la differenza in tali occasioni.
Per ottenere delle ottime prestazioni dal PC non è dunque necessario comprare periodicamente l’ultimo modello in commercio, soprattutto se non si hanno esigenze particolari. Piuttosto, dovremmo ricordarci di eseguire a cadenza regolare queste semplici azioni, per ottenere sempre delle ottime performance, anche a distanza di anni dall’acquisto del dispositivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.