Comunità Montana del Taburno: sarà difficile approvare il bilancio.

Sei consiglieri da una parte e sei dall’altra. Parità perfetta che non consente, a meno di trovare un accordo con l’opposizione di centro destra, al presidente della comunità montana del Taburno, Giacomo Buonanno di approvare il bilancio. Questo vuol dire avere un ente, che già funziona a scartamento ridotto, come tutte le comunità montane della Campania, quasi, completamente, paralizzato.
L’opposizione di centro destra che fa capo all’ex presidente e sindaco di Paolisi Carmine Montella, da quasi un mese hanno scritto al prefetto e alla regione per far in modo che questo stallo venga superato, ma non ci sono state risposte. Lunedì, sempre i rappresentanti del centro destra, torneranno a riunirsi per continuare questa offensiva. Nel caso non ci dovesse essere alcun accordo, l’ente dovrebbe essere commissariato e bisognerebbe indire nuove elezioni. Ricordiamo che, da dal 2013, i consiglieri degli enti montani sono solo i sindaci o i loro delegati. Questo vuol dire, però, che in caso di nuove elezioni ci potrebbe essere di nuovo un stallo perfetto. A questo punto, dovrebbe tornare in campo la politica, quella in grado di superare divisioni e capace di pensare all’interesse collettivo. Il flagello degli incendi ha dimostrato quanto possano essere ancora importanti le comunità montane. Vedere, completamente ,ferme per mere questioni politiche è il peggio che possa avvenire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*