Condanna a otto anni per violenza sessuale nei confronti di una minore

Il Tribunale di Benevento, presieduto dal Dott. Sergio Pezza, ha condannato a otto anni di reclusione Maietta Orlando Marcello di 69 anni originario di Paolisi, difeso dall’avv. Gerardo Giorgione.
L’uomo è stato ritenuto colpevole del reato di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di una bambina di origini rumene che all’epoca dei fatti non aveva compiuto ancora 7 anni e frequentava la prima elementare. Gli episodi di violenza, consistiti in plurimi tentativi di penetrazione anale e rapporti orali, si sarebbero svolti ad Airola, a casa dell’imputato, tra gli anni 2007 e 2008, quando da poco la piccola era giunta in Italia insieme alla famiglia ed era stata affidata dai genitori all’imputato che si era offerto di aiutarla nei compiti di scuola. La minore, costituitasi parte civile con gli avvocati Francesco Perone e Domenico Mauro, denunciò le violenze nell’anno 2011, quando, guardando una trasmissione televisiva che parlava di malattie trasmissibili sessualmente, temendo di averne contratta una, trovò la forza di riferire ai genitori quanto le era accaduto.
In pubblica udienza è stata sentita anche la consulente del P.M., dott.ssa Spada, la quale ha concluso per l’assoluta attendibilità della minore anche in considerazione dell’esperienzalità di quanto dalla stessa riferito, ricavabile dai dettagli nella descrizione delle violenze subite.
La Pubblica Accusa, rappresentata dalla Dott.ssa Marcella Pizzillo, aveva chiesto una pena di 9 anni.
L’imputato è stato anche condannato al pagamento di una provvisionale a favore della parte civile di € 30.000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*