Coni oggi decide su Lega Pro

coniCome avviene in serie A e come già è stato possibile fare nella Tim Cup, da quest’anno anche le squadre di Lega Pro potranno utilizzare la panchina lunga, ovvero inserire nella lista da consegnare all’arbitro ben 12 elementi oltre gli undici che vanno in campo. E’ una variazione all’articolo 3 del regolamento Figc stabilita nel corso del Consiglio Federale del 31 agosto. Avendo una rosa formata da 24 giocatori, si evita l’imbarazzo di dover lasciare tanti atleti in tribuna e l’allenatore può scegliere tra una rosa davvero vasta le tre sostituzioni da fare.  Domenica intanto dovrebbe cominciare il campionato di Lega Pro. Ricordiamo che il Benevento non scenderà in campo contro il ripescata Messina e che la gara è stata rinviata al 16 settembre. Ma oggi si annuncia una giornata importante per la Lega Pro in quanto oggi il Collegio di Garanzia del Coni è chiamato a pronunciarsi sui ricorsi presentati contro la Figc dalle società Seregno, Sambenedettese, Forlì, Gubbio, Taranto, Viterbese, in pratica tutte le società che chiedono di riportare il format della Lega Pro a 60 squadre, dopo che Tavecchio ha deciso di riformarlo, senza che fosse previsto nelle Noif, riducendolo a 54 unità. Tavecchio sembra mostrare tranquillità, ritiene che non si possa dar ragione a queste società che non hanno alcun diritto a chiedere il ripescaggio in Lega Pro. Sarà una giornata lunga nelle stanze del Coni, durante la quale si corre il rischio di strappare i calendari già diramati e di ricominciare tutto daccapo, con nuove iscrizioni e nuovo mercato per almeno sei società. Se invece il collegio di garanzia dovesse respingere ogni ricorso, allora si prenderà atto che Tavecchio, coi suoi modi rudi, avrà avuto ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*