Contrasto al lavoro sommerso: individuati 7 lavoratori in nero.

Continua l’azione congiunta di Guardia di Finanza e Direzione Territoriale del lavoro a
contrasto del fenomeno del lavoro sommerso, dell’evasione contributiva, previdenziale ed
assistenziale e dello sfruttamento dei lavoratori. In particolare, l’attività posta in essere dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Solofra unitamente agli Ispettori del lavoro, ha consentito, nel decorso fine settimana, di individuare presso una società operante nel settore alberghiero e della ristorazione,
ubicata nel Comune di Montoro, 7 lavoratori completamente “in nero”. Inevitabile la segnalazione nei confronti del rappresentante della società cui sono state contestate n° 7 maxi-sanzioni secondo la procedura in vigore successivamente al 24 settembre 2015 (misure adottate dal Jobs Act che ha modificato la normativa sanzionatoria) per una pena pecuniaria che va da un minimo di €.22.500 ad un massimo di €.135.000 (essendo previsto per ogni lavoratore in nero una sanzione che va da un
minimo di €.1.500 ad un massimo di €.9.000). Notificato, altresì, il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale ai sensi dell’art.14, comma 1, Dlgs 81/2008 e successive modificazioni.
L’azione del Corpo nello specifico comparto è finalizzata alla tutela dell’economia legale e
del libero mercato a favore delle imprese rispettose delle regole e dei contribuenti onesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*