Controlli ai cercatori di funghi, tanti senza tesserino.

Sembra che qualcuno ci sia rimasto anche male. A Paolisi,i cercatori di funghi che scendevano dalla montagna, si sono imbattuti nei carabinieri forestali che chiedevano di esibire il tesserino per la raccolta micologica. Un fatto normalissimo, il tesserino si rilascia a tutti coloro che hanno un’età superiore ai 14 anni e che conoscano quali funghi raccogliere e come raccoglierli. Ma per il Partenio o, almeno, per il versante che da Pannarano arriva sino a Paolisi, sembra non sia affatto normale. E, badate bene, non stiamo parlando solo della raccolta dei funghi o dei tartufi. I controlli in montagna, in generale, non sono tollerati. In tanti, lo sanno molto bene i cervinaresi, pensano che la montagna sia cosa loro. Tagli abusivi, scarichi pericolosi di ogni materiale, spesso amianto, incendi di plastica a tutte le ore, non rispetto dei confini, appropriazione di terreni del demanio. Succede tutto questo e, forse, anche di più in quello che dovrebbe essere un parco regionale naturale protetto. Da chi non è dato sapere. Ad esempio, a Cervinara ci sono tanti proprietari di piccoli appezzamenti che se vogliono vedere crescere le loro piantagione, soprattutto castagne, devono affidare gli innesti o la manutenzione a mani ben precise. Altrimenti, durante la notte, si vedono tutto distrutto. Senza contare gli sconfinamenti delle mandrie di bovini o dei greggi di ovini. I terreni concessi a pascolo sembrano non bastare mai e, quindi, si entra in quello del piccolo proprietario che, purtroppo, per lui ha poco tempo da passare in montagna, pensando che siano in vigore le leggi della repubblica italiana che tutelano la proprietà privata. La responsabilità è anche di molti cittadini che favoriscono il taglio abusivo in montagna. Infatti poi acquistano la legna a basso prezzo senza preoccuparsi che il legname è stato rubato. In un contesto del genere, assistere a dei controlli, come quelli di ieri, sembra una cosa strana.

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.