Controlli della Questura di Benevento in città e in diversi comuni.

Settimana di intensi controlli da parte della Questura di Benevento nel Capoluogo e nei comuni di Frasso Telesino, Melizzano, Amorosi, Pannarano ed Arpaise, in attuazione del progetto di contrasto alla criminalità “Provincia Sicura”. Nel capoluogo, durante le attività di controllo pianificate, personale della Squadra Volanti della Questura di Benevento, individuava tre cittadini stranieri che in piena notte si aggiravano in modo sospetto in un strada periferica del Rione Libertà. Alla vista della Volante che si stava avvicinando, gli uomini improvvisamente si davano ad una precipitosa fuga riuscendo in tal modo a far perdere le loro tracce. Prima di dileguarsi, i tre stranieri gettavano a terra un quantitativo di 12 grammi di sostanza stupefacente tipo “hashish”, un telefono cellulare probabile provento di furto ed una banconota contraffatta da 50 euro. Tutto il materiale veniva sottoposto a sequestro al fine di giungere alla identificazione dei tre cittadini stranieri i quali potrebbero essere responsabili anche di un furto perpetrato qualche ora prima nei pressi della stazione centrale. Ulteriore sequestro di sostanza stupefacente è stato effettuato, sempre dal Personale della squadra Volanti, a carico di un minorenne, che in un piazza centrale di Benevento durante un controllo è stato sorpreso con 8 grammi di hashish. Il ragazzo di anni 16 è stato segnalato ai sensi dell’Art. 75 del D.P.R. 309/90 per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale. I servizi in provincia, secondo il collaudato dispositivo voluto dal Questore Bellassai, sono stati espletati nelle varie località dal personale della Squadra Volanti, della Polizia Anticrimine, della Polizia Amministrativa e dell’Ufficio Immigrazione supportate dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Campania” e dall’ attività info-investigativa della Squadra Mobile e della Digos. Numerose le pattuglie impiegate che hanno operato controlli dinamici, anche con perquisizioni sul posto, sia nei centri urbani, presso i luoghi ritenuti a rischio per la presenza di persone pregiudicate, che lungo le principali arterie viarie. Nel corso dei servizi sono state identificate n. 130 persone, controllate n. 84 autovetture ed effettuate verifiche per accertare l’osservanza degli obblighi da parte delle persone sottoposte a misure di prevenzione o ristrette agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*