Convenzione per soppressione passaggio a livello di Dugenta.

Sottoscritta stamani, alla Rocca dei Rettori, sede della Provincia di Benevento, la Convenzione tra la stessa Provincia, Rete Ferroviaria Italiana e Comune di Dugenta per la soppressione del Passaggio a Livello al Km 143+833 in Via Calabroni nel Comune di Dugenta (BN) sulla Ferrovia tra Caserta e Benevento. La Convenzione, resa possibile dalla Legge n. 164/2014, cosiddetta “Progetti Sblocca Italia”, è stata siglata, per la Provincia, dal Consigliere provinciale delegato ai Lavori Pubblici, Giuseppe Di Cerbo; dal Sindaco del Comune di Dugenta, Clemente Di Cerbo; e dal rappresentante di RFI ing. Lucio Menta. Il Segretario generale della Franco Nardone ha fatto da ufficiale rogante, con l’assistenza del funzionario Armando Franco, nonché del Responsabile del Servizio Viabilità Salvatore Minicozzi che ha seguito l’intero iter progettuale. La Convenzione tra la Provincia di Benevento, Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. ed il Comune di Dugenta, oltre ad impegnare lavori sulla viabilità locale e provinciale, tiene conto anche dei lavori per l’Alta Velocità sull’itinerario ferroviario Napoli – Bari, di imminente avvio, ed ha richiesto, pertanto un raccordo tra le diverse necessità degli enti interessati alle opere con la supervisione Consigliere delegato all’Alta Velocità Costantino Boffa. Provincia, Comune di Dugenta e RFI si sono impegnati: 1) a realizzare un cavalca-ferrovia e una viabilità di collegamento tra la strada provinciale 114 e Via Calabroni al fine di giungere alla soppressione del Passaggio a livello sulla ferrovia Caserta-Benevento; 2) ampliare la preesistente via comunale Calabroni per un breve tratto al fine di renderla adeguata allo standard di strada provinciale da connettere alla nuova strada che scavalca il fascio binari; 3) adeguare restanti tratti della via comunale Calabroni per collegarla all’innesto della Statale 265 nonché alla Strada provinciale n. 114.
Dal punto di vista finanziario la Convenzione prevede che RFI corrisponda 800mila Euro al Comune di Dugenta per realizzare alcune degli interventi infrastrutturali innanzi descritti, mentre, dal canto suo, la Provincia, sta già provvedendo ad interventi di sua competenza per il cavalca-ferrovia come da autorizzazione della Conferenza dei Servizi del 17 aprile 2015. Il Consigliere provinciale delegato ai Lavori Pubblici, Giuseppe Di Cerbo, ha ricordato brevemente il lungo percorso tecnico-amministrativo, iniziato nel 2014, che ha portato alla sottoscrizione della Convenzione e che ha visto impegnata la Provincia, con il suo Settore alle Infrastrutture, ed in particolare con il Responsabile Salvatore Minicozzi, a recepire le attese dei cittadini di Dugenta e le istanze della locale Amministrazione Comunale. “Il Programma di ristrutturazione e di adeguamento che si pone in essere con la Convenzione odierna può sembrare, ad uno sguardo superficiale, di poco conto; in realtà noi oggi qui rendiamo un servizio ai cittadini di Dugenta e a tutti i Comuni vicini, sia a quelli sanniti che a quelli del Casertano. La Provincia di Benevento ha dimostrato anche in questa circostanza di essere ente esponenziale delle attese e dei bisogni della comunità locale e di lavorare a favore dello sviluppo: basti dire, a questo proposito, che non appena tutti gli atti tecnici sono stati definiti tra gli Enti, il Consiglio ha immediatamente approvato il provvedimento di Convenzione lo scorso 23 maggio e si è adoperato per la sottoscrizione formale degli impegni tra le partin tempi”. Il Sindaco di Dugenta, Clemente Di Cerbo, dal canto suo, ha detto: “Ringrazio la Provincia, il suo Presidente Ricci ed il Consigliere delegato Di Cerbo, RFI, il Consigliere delegato per l’Alta Velocità Boffa per la lungimirante cooperazione e l’impegno profuso per rendere migliore la qualità della vita degli abitanti della cittadina e dei Comuni vicini. Quel passaggio a livello sulla Ferrovia Caserta – Benevento costituisce un handicap per lo sviluppo delle attività produttive e dei commerci in una fascia ampia di territorio sannita e casertano nonché per lo stesso diritto alla mobilità dei cittadini. Oggi insomma abbiamo scritto una bella pagina di storia non solo locale”.

4 allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.