Convivente violento: allontanato un 33 enne rumeno.

Gli Agenti del Commissariato di Lauro hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, nei confronti di un cittadino romeno, di anni 33, con a carico numerosi pregiudizi di polizia, responsabile di maltrattamenti in famiglia aggravati e violenza sessuale. La donna, stanca dello stato di “terrore” in cui era costretta a vivere, decideva di raccontare tutto ai poliziotti, mediante denuncia, nella quale dichiarava che il proprio convivente era diventato sempre più violento ed aggressivo, anche in virtù del fatto che rientrava quasi sempre ubriaco, e che sempre più spesso sfociava la propria rabbia con richieste di denaro ed atteggiamenti violenti che si concludevano con percosse. I comportamenti aggressivi e prevaricatori dell’uomo sin da subito apparivano gravi e, pertanto, allo scopo di fornire un adeguato sostegno psicologico alla vittima, erano stati organizzati incontri con Servizi Sociali Territoriali e centri antiviolenza ai quali la donna si era affidata. Nel contempo, i poliziotti, hanno proseguito nell’accurata attività investigata dalla quale è emerso che il 33enne, costantemente, continuava ad imporre la propria volontà alla donna, oramai completamente sottomessa, costringendola a soddisfare ogni sua richiesta senza che la malcapitata potesse opporre la benché minima “resistenza”. La triste vicenda si è però conclusa nella mattinata odierna con la notifica del provvedimento cautelare a carico dell’uomo, consentendo così alla donna di riacquistare la serenità familiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.