Critiche dalla Uil alla Flat Tax

La Uil Avellino/Benevento ritiene che il dibattito sull’opportunità di introdurre in Italia la flat tax ha avuto una grave carenza: non ha tenuto conto adeguatamente dei principi contenuti negli articoli 2 e 53 della Costituzione. Ma c’è di più: questi principi sono stati liquidati come una specie di fisima che affliggerebbe la mente di alcuni italiani. La crisi politica italiana è caratterizzata dalla sottovalutazione dei principi costituzionali come è dimostrato dalla vicenda del referendum del 4 dicembre 2016, per fortuna sconfitto dagli italiani. La politica italiana è caratterizzata dall’assenza di orientamenti in nome di una presunta priorità del profilo tecnico delle vicende. Si affrontano i problemi senza prospettive strategiche e senza inquadramenti organici. Così è avvenuto per la flat tax. Siamo d’accordo tutti sulla crisi del fisco, ma la proposta della flat tax non ha altra giustificazione al di fuori della critica del sistema fiscale. La bontà della sua proposta starebbe nel suo profilo tecnico non nelle premesse politiche e costituzionali. Non si risolverebbe il problema delle crisi anzi l’aggraverebbe. Sicchè c’è da chiedersi perché sia stata fatta. Come Uil ci spiace dirlo, ma la proposta della flat tax persegue un obiettivo politico attraverso la discutibile strada tecnica, che è difficile da accettare supinamente. “Tagliare le tasse in Italia – osserva Fioravante Bosco (Uil Av/Bn) – è la priorità per contrastare la recessione e promuovere la crescita. Per conseguire questo obiettivo, occorre tagliarle, in via prioritaria, ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, attraverso un consistente aumento delle detrazioni. La Flat tax non risponde a questo obiettivo – conclude il sindacalista -, perché fa venir meno la progressività dell’imposizione prevista dalla Costituzione, indispensabile a garantire equità e giustizia del sistema fiscale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.