Cultura e riscoperta del territorio l’estate nel Comune di Moiano.

Il 6, 9, 13 e 15 luglio, infatti, si svolgerà “NOTTI D’ESTATE A VILLA LAURA” rassegna cinematografica, curata da Angelo Maiello, organizzata nella splendida cornice di un giardino di altri tempi che circonda villa Laura. Si tratta della Dimora della Famiglia Bile, promotrice insieme alle associazioni BereshitTeatro, Millennium e Cittadinanza Attiva, dell’evento che ha raccolto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e del Centro per l’Unesco di Caserta. L’abitazione privata dunque si apre al pubblico diventando spazio comune e ospitando tre serate di cinema con la proiezione delle opere: “L’intervallo” per la regia di Leonardo Di Costanzo vincitore del Premio David di Donatello 2013 come miglior Regista esordiente – presente alla proiezione il 6 luglio; “Una donna per la vita” di Maurizio Casagrande il 13 luglio; “Le Origini di Moby Dick” del regista Ron Howard il 15 luglio.
Nell’ambito della rassegna poi, il 9 luglio, i Comuni di Airola, Bucciano e Moiano con il patrocinio del Centro UNESCO di Caserta, hanno organizzato: “Ritroviamo il Ponte Carlo III” un pomeriggio dedicato al monumento, opera collegata all’Acquedotto Carolino, quindi come questo Patrimonio Unesco; esso si trova in località Castellone in una zona crocevia dei territori dei tre Comuni. L’architetto Mario Pagliaro presenterà il libro “Il Ponte della Valle di Durazzano” da lui scritto nel quale si raccontano storie e aneddoti sui Ponti Minori dell’Acquedotto che Luigi Vanvitelli costruì appunto a Moiano e Durazzano; sarà presente la prof.ssa Jolanda Capriglione Presidente del Centro UNESCO di Caserta. L’importante evento culturale di promozione e valorizzazione del Ponte, fortemente voluto dalle tre Amministrazioni comunali, inizierà alle ore 20,00 e sarà preceduto da una passeggiata sul Ponte guidata dallo stesso arch. Pagliaro con raduno e partenza da Villa Laura alle ore 18,00. L’iniziativa è partita dall’Amministrazione moianese ma ha trovato subito la condivisione convinta dei sindaci Napolitano e Matera; lo spirito di comunanza dei tre Comuni intorno al Ponte Carlo III trova giustificazione nella volontà di unire le forze per creare un circuito di visibilità e di attrazione turistica intorno al monumento che, pur essendo Patrimonio Unesco dal 1997, è rimasto per anni nell’oblio e nell’indifferenza. Da qualche tempo si sta provando a riportarlo degnamente all’attenzione dell’opinione pubblica e dei visitatori. La famiglia Bile, padrona di casa, e le altre associazioni organizzatrici sono state ben liete di ospitare nell’ambito della rassegna l’evento inter-comunale in quanto qualsiasi iniziativa che favorisca la crescita culturale delle comunità, ancor di più se su spinta istituzionale, non può che trovare il plauso della cittadinanza, nonché la disponibilità alla collaborazione. Durante le serate sarà possibile degustare specialità locali, mentre il 9 luglio è prevista cena in villa con prenotazione obbligatoria info 3392050508.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*