D’Amelio, messaggio Siani dirompente per legalità

“Giancarlo Siani era un ragazzo napoletano che voleva fare bene il suo lavoro. Un messaggio semplice e dirompente, un modello da consegnare ai ragazzi per diffondere la cultura della legalità”. Così Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio Regionale della Campania ha aperto oggi la giornata dedicata all’intitolazione al giornalista ucciso dalla camorra nel 1985 della sala dove si svolgono le sedute del consiglio regionale. La D’Amelio ha ricordato la legge regionale approvata il 6 maggio 1985 dal consiglio regionale sulla promozione nelle scuole di iniziative per “creare consapevolezza negli studenti contro la camorra”, che precedette di pochi mesi l’omicidio di Siani. “Questa intitolazione non è una fredda cerimonia – ha concluso D’Amelio – ma è un segno perché il suo lavoro non venga disperso, ma raccolto e continuato da tanti altri ragazzi e ragazze”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*