Dati demografici Istat: Cervinara scesa al di sotto dei 9.500 abitanti, continua l’abbandono.

L’Irpinia perde 2mila abitanti l’anno: in percentuale è l’esodo più consistente in Campania. Lo rivelano gli ultimi dati demografici dell’Istat, con gli ulteriori spunti contenuti nel Rapporto 2018. Nel 2017 il numero di residenti in provincia di Avellino è sceso da 423.506 abitanti a 421.812, per un saldo negativo di -1694 abitanti, lo 0,40%, la performance peggiore in Campania. Nello stesso periodo del 2015 gli abitanti erano 426.000, e l’anno precedente 428.000. Oltre seimila abitanti in meno, nel giro di tre anni. A Caserta e Salerno le sacche di emigrazione sono concentrate nel capoluogo di provincia, in Irpinia invece il fenomeno è praticamente spalmato su tutto il territorio provinciale. Se da un lato Avellino perde 200 abitanti, Ariano Irpino accusa un calo più gravoso. A novembre gli abitanti erano 22.466, oltre cento in meno rispetto all’inizio dell’anno. Il dato peggiore in termini percentuali lo sconta Cervinara, che scende a 9.493 residenti, per un calo appena inferiore all’1 per cento. Saldo negativo anche per Grottaminarda (meno 64 abitanti, a rischio la soglia 8.000), Mirabella Eclano (in calo di 65 abitanti, i residenti scendono a 7.572) e Montella (in calo di 45 abitanti, popolazione a quota 7.699). Sostanzialmente stabili i Comuni di Solofra (12.482 abitanti), Avella ( 7.822) e Atripalda (10.975). Monteforte Irpino invece aumenta di ben 170 abitanti, avvicinandosi sempre più a quota 12mila. Livello raggiunto e superato da Mercogliano che, con 88 residenti in più, sale fino a 12.376. Montoro, infine, raggiunge quota 19.776.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.