De Luca verso la revoca del manager dell’Asl Bn, Berruti.

Il presidente della Regione, già nelle prossime ore, potrebbe revocare l’incarico nei confronti del direttore generale dell’Asl Bn, Giampiero Berruti, designato appena dieci giorni fa alla guida della Asl sannita. Alla base del dietrofront del governatore c’è la carenza di un requisito di legge indispensabile per svolgere le funzioni di manager: 5 anni di ruolo di vertice sanitario. Possibile che la commissione non abbia esaminato a fondo il curriculum? Chirurgo di professione, Berruti era stato scelto dal manager Rosario Lanzetta come dirigente di struttura semplice dipartimentale nell’ambito della chirurgia dell’azienda Rummo di Benevento. La querelle è tutta nella parola struttura “semplice”: solo quella “complessa” individua infatti la funzione di primario. Quindi Berruti non avrebbe svolto per cinque anni il ruolo che gli avrebbe consentito poi di essere inserito nell’albo degli aspiranti manager. Nonostante l’ostacolo però, il suo nome figura nell’elenco. La giunta prima della nomina avrebbe il compito di verificare il possesso dei requisiti. L’allarme è partito poche ore dopo la nomina. Un allarme che ha fatto drizzare le antenne a Palazzo Santa Lucia. La spia di qualcosa che non era andata per il verso giusto si è avuta quando alla delibera di giunta che designava i neomanager è seguita la procedura dei decreti per ogni singolo direttore generale. Il documento di ratifica c’è stato per tutti, ma non per Berruti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*