Del Basso De Caro : “Dal Cipe ok al Patto per la Campania. C’è molto Sannio”.

“Ieri sera il Cipe ha dato l’ok definitivo al Patto per la Campania”. Ad annunciarlo il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti on. Umberto Del Basso De Caro che ha partecipato ai lavori fino a tarda sera e il quale aveva già anticipato la notizia lo scorso 20 luglio nel corso della riunione preparatoria del Cipe. “Un Patto – ricorda il Sottosegretario del Governo Renzi – firmato lo scorso 24 aprile a Napoli da Matteo Renzi e dal presidente della Regione Vincenzo De Luca. Una firma che era un atto di indirizzo programmatico e che, per diventare operativo, doveva passare attraverso la delibera Cipe che stabilisce appunto gli stanziamenti, anticipazioni e gli stati di avanzamento. Con ieri sera si è reso effettivo un programma che comprende diverse direttrici, innanzitutto le infrastrutture”. Del Basso De Caro entra poi più nello specifico: “Per quanto riguarda tutti i Patti per il sud il CIPE ha approvato, nell’ambito del riparto FSC, un piano di investimenti di circa 13,4 miliardi di euro per interventi da realizzarsi, insieme alle risorse comunitarie, nelle Regioni e nelle Città metropolitane del Mezzogiorno mediante appositi accordi interistituzionali denominati appunto ‘Patti per il Sud’. Le assegnazioni – afferma ancora il Sottosegretario – tengono  conto degli impieghi già disposti e della chiave di riparto percentuale del Fondo per lo sviluppo e la coesione (80% al mezzogiorno e 20% al centro nord). Per quanto riguarda la dotazione finanziaria alla Campania sono stati assegnati ben due miliardi e settecento milioni di euro da spendere entro il 2020”. Ed ecco che il Sottosegretario annuncia gli interventi per il Sannio contenuti nel Patto approvato ieri sera dal Cipe: “Ammodernamento e l’Adeguamento tecnologie della ferrovia Cancello – Benevento (18 milioni di euro); poi la Elettrificazione, velocizzazione e ammodernamento dell’infrastruttura ferroviaria esistente della linea Salerno – Mercato S.S. – Avellino – Benevento (230milioni di euro); Ripristino della linea Benevento- Pietrelcina e relativa elettrificazione ai fini del collegamento con il polo religioso di Pietrelcina (20 milioni di euro); Trattamento e smaltimento definitivo dei rifiuti stoccati in balle sul territorio della Regione Campania e quindi anche a Casalduni (totale dell’intervento regionale 450milioni di euro); Piano della depurazione e servizio idrico integrato comprendente prioritariamante gli agglomerati: Mercato San Severino, Airola, Colle Sannita, Morcone, Taurasi, San Leucio del Sannio, Bonito, Vairano, Patenora, Marzano Appio, Mignano, Montelungo, Torre del Greco. Nocera Superiore e Salerno (250milioni di euro); Interventi sulle “green infrastructure” forestali regionali nell’ambito dei Piani di forestazione e bonifica montana degli Enti Delegati (240 milioni di euro); Interventi infrastrutturali di opere di bonifica montana per i territori alluvionati della Provincia di Benevento che vanno nel PSR 2014-2020 Azione 5.2.1 (3 milioni di euro); Finanziamenti agevolati per i soggetti danneggiati dagli eventi calamitosi che hanno interessato la Provincia di Benevento nell’ ottobre 2015 Decontribuzione sugli investimenti (32 milioni di euro – Pac 2007/2013); Intervento all’Università degli Studi del Sannio (5 milioni di euro). Poi – conclude il Sottosegretario – abbiamo il finanziamento di due fondamentali e grandi opere che rientrano nella programmazione Stato-Regione Fondi FSC dell’agenda 2014-2020: il completamento definitivo della Fondo Valle Isclero finanziato per 9milioni 300mila euro, e poi l’ulteriore completamento della Fondo Valle Vitulanese finanziato per l’importo di euro 45milioni 650mila euro”. Da qui le conclusioni del Sottosegretario: “Noi siamo il Governo del fare, risorse immense, mai assegnate al Sannio in precedenza, che produrranno occupazione e sviluppo. Questi sono fatti, non annunci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*