Benevento;Mastella, depuratore? Invio atti in procura

“A venti giorni dal mio insediamento al Comune di Benevento la Provincia mi chiede interventi per eliminare inconvenienti igienico-sanitari sulle sponde del fiume Calore? Io la diffido e invio tutto alla Procura della Repubblica”. Clemente Mastella, sindaco di Benevento, risponde cosi’ alla richiesta dell’Amministrazione provinciale in merito al depuratore (che la città di Benevento non ha mai avuto) e alla rete fognaria. Il sindaco ha costituito un gruppo di lavoro a cui è stato affidato il compito di redigere in tempi ristrettissimi un verbale che riferisca sull’attuale situazione delle fognature e del depuratore e sui passi che occorre compiere per arrivare ad una soluzione che serva a salvaguardare la salute dei cittadini beneventani. Il verbale sarà inviato come risposta all’Amministrazione provinciale, che ha chiesto provvedimenti e interventi per eliminare inconvenienti igienico-sanitari sulle sponde del fiume Calore nella zona di Ponticelli. Il sindaco inoltre ha fatto anche presente che la diffida inviata al Comune dalla Provincia è materialmente impossibile da eseguire a soli venti giorni dal suo insediamento ed ha anticipato che denuncerà quest’atto alla Procura della Repubblica ritenendo che esistano seri atti omissivi da parte dell’Amministrazione provinciale che, in precedenza, mai ha fatto registrare una simile presa di posizione. “Se analoga diffida fosse stata inviata negli anni passati – ha precisato Mastella – il problema oggi sarebbe già risolto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*