Distretto Turistico. Giuditta: il sindaco di Cervinara parla di cose che non conosce.

“Il sindaco di Cervinara parla di cose che non conosce. Venga domani pomeriggio a San Martino Valle Caudina e gli spiegherò come si è costituto il distretto turistico del Partenio e che funzione hanno questi organismi. Se fossero stati attenti anche loro lo potevano costituire, visto che in Campania ne sono stati realizzati venti. Ora i termini sono scaduti ma questa polemica non ha proprio ragione di essere. Un fatto estremamente positivo per un territorio non si può certo trasformare in qualcosa di negativo”. Sono le parole di Pasquale Giuditta, già deputato e sindaco di Summonte. Domani, Giuditta verrà a San Martino Valle Caudina, dove nell’aula consiliare presenterà il distretto turistico del Partenio di cui è presidente. Nell’immediata vigilia del suo arrivo, il sindaco del comune di Cervinara, Filuccio Tangredi ha accusato l’ex parlamentare di aver escluso il centro caudino da questa opportunità. Da noi contattato il primo cittadino di Summonte ha liquidato così le accuse del collega primo cittadino. Del resto, il distretto turistico del Partenio si è costituito diversi mesi fa, dopo un lavoro di anni. La presentazione ufficiale, infatti, c’è stata nello scorso mese di Febbraio, all’abbazia del Loreto a Mercogliano. Sino ad ora nessuna parola o giudizio c’era stata da parte di Cervinara. Ora che arriva a San Martino la presentazione scoppia una polemica che. secondo noi, davvero sembra tardiva ed inutile. Del resto, oramai, sembra assodato che i rapporti tra Cervinara e San Martino Valle Caudina siano ad un passo della rottura totale. Ne sono testimonianza non solo questa polemica ma tanti altri episodi che si sono registrati negli ultimi mesi. A partire dall’elezione del sindaco Pasquale Pisano a vice presidente del piano sociale di zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.