Ditelo a Retesei. “Tutti mi dicono di denunciare, ma lo stato non ti tutela”.

Nella vita ognuno cerca di realizzare i propri sogni, lavorare in proprio, far crescere il proprio lavoro e trovare una stabilità economica per mandare avanti la propria famiglia, ma poi arrivano situazioni che ti appesantiscono e non riesci più a vivere perchè il peso è enorme, ogni giorno peggiora sempre di più, ed ogni giorno aumenta l’ansia ed i pensieri ti assalgono, non riesci a trovare una soluzione ed il peso aumenta sempre di più. Ogni giorno che esci per portare un pò di pane quotidiano a casa, hai la paura che ti succede qualcosa, qualcuno alle spalle che cera di aggredirti, non riesci più a vivere ed il corpo cosa fa? prende il tuo punto debole e ti attacca, ed il problema che hai sempre avuto sin da ragazzino peggiora in modo impressionante, resti costretto a stare chiuso in casa e non puoi soddisfare la tua famiglia con una passeggiata o qualche uscita, ogni volta che metti piede fuori al cancello la paura e l’ansia ti assale, ma in tutto ciò ti chiedi, perchè sono nato al sud? perchè vivo qui? nella terra dove esiste la camorra, dove esistono le minacce da parte della concorrenza? vorrei scappare. Tutti mi dicono di denunciare, ma lo stato non ti tutela, perchè in questo paese chi comanda sono loro, la camorra. purtroppo in questa terra vince chi è più forte, ed io che sono piccolo, cerco di affidarmi a Dio, ma la fiducia di un Dio che ti protegge è poca, sai che se succede qualcosa nel tuo campo lavorativo, non saprei più come portare il pane a casa, perchè tutto il denaro che avevo è stato investito in quel piccolo laboratorio costruito con tanti sacrifici e tanto sudore, quindi non mi resta che stare qui, e chiudermi nella paura, nel dolore e nell’ansia, aspettando che un giorno tutto questo finisca, e vivere una vita decente all’aldilà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*