Docente del Nicola Sala condannato per molestie sessuali.

Il presidente del collegio giudicante del Tribunale di Benevento Sergio Pezza (a latere Loffredo e Russo), ha condannato Bruno Milano, 48 anni, napoletano, docente di pianoforte del Conservatorio Nicola Sala di Benevento, accusato di aver molestato sessualmente alcune allieve, a 6 anni, concessa l’equivalenza delle attenuanti generiche alla contestata aggravante della scemata capacità di intendere e di volere. Per il docente oltre all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, il risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede, in favore delle tre parti civili: due studentesse con gli avvocati Lucrezia D’Abruzzo e Rosalba Viglione, il Conservatorio con l’avvocato Maria Esposito. Per le due ragazze è stato disposto anche il pagamento di una provvisionale di 3000 euro (per ciascuna).
La sentenza ha accolto, tranne che per la misura di sicurezza, che pure era stata proposta, le richieste del pm Marcella Pizzillo, disattendendo quelle dell’avvocato Claudio Lanzotti, che aveva insistito per l’assoluzione del suo assistito, per non aver commesso il fatto, e, in subordine, per una diversa qualificazione dell’imputazione – da violenza sessuale a violenza privata-, per la sua configurazione come tentativo e per il riconoscimento della seminfermità mentale. E’ l’epilogo di primo grado di un’indagine che, diretta dalla dottoressa Pizzillo, e condotta dalla Squadra mobile, a metà maggio del 2015 era sfociata in un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Milano, centrata su una vicenda che si sarebbe verificata dalla fine di gennaio 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*