Domani il recupero del girone c di promozione: Vis Ariano-San Martino Vc.

Tornano in campo domani Vis Ariano e San Martino. Le due formazioni sono impegnate nella ripetizione della gara di dieci giorni fa sospesa a metà ripresa, a causa della nebbia che aveva avvolto il “Renzulli, lo stadio arianese. Si parte dallo 0-0 nonostante in quella partita l’Ariano all’atto della sospensione, si trovasse in vantaggio di una rete. Una partita particolare per ambedue le formazioni, reduci dalle sconfitte interne di domenica scorsa. L’Ariano è stato sconfitto in casa dal Paolisi dei giovani, allo stesso modo il San Martino al “Pignatelli” dal Grotta. Identico anche il punteggio, sconfitta bruciante per tutte e due di 0-3. In casa San Martino a questa sconfitta è seguita qualche polemica, nel chiuso dello spogliatoio, società, tecnico e giocatori hanno sfogato la rabbia e la delusione, esponendo i propri punti di vista sulla prova incolore della squadra. Uno sfogo comprensibile anche se in forma animata, che deve essere trasformata però in energia positiva per cercare di tornare da Ariano con qualche punticino da aggiungere alla magra classifica. Il San Martino ha bisogno di ritrovarsi, di mettere in campo la grinta ed il gioco sfoderati nelle ultime gare del girone di andata, cosa che avevano reso la classifica soddisfacente. La sosta ha nociuto non poco ai caudini, tanto che la squadra di Gaito in questo inizio d’anno non riesce a ritrovarsi, è uscita sempre sconfitta nelle due gare disputate. Per questo la gara con l’Ariano diventa una verifica importante sia per placare gli animi interni, sia per tornare a recuperare il filo del gioco. Ad aiutare i biancorossi il rientro di giocatori importanti, a partire dal capitano Cocozza che ha saltato la gara con il Grotta, per finire a Iyke l’attaccante fuori tre turni per squalifica, di cui si aspettano i gol, per proseguire con il difensore Pini, anche lui mancato per squalifica, oltre al giovane attaccante Esposito sempre per squalifica. Per oggi indisponibile l’altro attaccante, il giovane Teti espulso sabato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*