Dopo Sant’Agata dei Goti,il Tar annulla le elezioni anche a Telese Terme. Il 17 dicembre si attende l’esito per Cervinara.

tar_campania Dopo Sant’Agata de’ Goti tocca a  Telese Terme. Il Tar Campania, accogliendo il ricorso presentato dopo le elezioni amministrative di maggio, ha decretato lo scioglimento del consiglio comunale della cittadina termale. I candidati delle liste “Telese Riparte” e “Telese bene Comune” erano ricorsi al tribunale regionale all’indomani della vittoria elettorale della compagine “Vince Telese” guidata dal sindaco uscente Pasquale Carofano. Rappresentati dagli avvocati Angela Abbamondi, Pietro Farina e Giacomo Papa, i ricorrenti aveva chiesto “l’annullamento totale o parziale degli atti delle operazioni elettorali relative all’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Telese Terme svoltesi in data 31 maggio 2015”.Il  Tar della Campania (Sezione Seconda) che accogliendo il ricorso principale – e dichiarando improcedibili i motivi aggiunti – ha annullato le operazioni elettorali del Comune di Telese Terme. Il Prefetto dovrebbe nelle prossime ore nominare un commissario prefettizio che dovrà guidare la macchina comunale fino alle prossime elezioni. La maggioranza  sta valutando se presentare ricorso al Consiglio di Stato. Torna a salire la tensione anche a Cervinara, visto che il 17 dicembre si avvicina e anche la decisione del Tar di Salerno sul ricorso presentato dalla lista Movimento Bene Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.