Due milioni di euro per percorsi formativi detenuti al di sotto dei 25 anni.

La Regione Campania ha destinato risorse pari a 2 milioni di euro ”per percorsi formativi finalizzati all’inclusione socio-lavorativa dei giovani detenuti al di sotto dei venticinque anni, anche in esecuzione penale esterna, in carico a tutte le strutture campane, individuate di concerto con il Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità, quali gli Istituti penali minorili della Campania di Nisida, Airola e Santa Maria Capua Vetere” come sottolinea un comunicato. “Abbiamo inteso sostenere, attraverso un accordo di collaborazione con il Ministero della Giustizia, la realizzazione di attività educative finalizzate all’apprendimento di un mestiere unitamente alla promozione e diffusione della cultura del rispetto delle regole per un corretto approccio al lavoro, aiutando i giovani che si trovano in situazione di detenzione a comprenderne i valori fondanti fin dalla più giovane età e a facilitare il loro reinserimento nella realtà socio-lavorativa” afferma l’assessore all’Istruzione e Politiche sociali, Lucia Fortini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*