Due pastori si affrontano per un terreno conteso e devono intervenire Carabinieri di Cervinara.

I litigi non avvengono solo tra automobilisti, magari per questioni di precedenza. Possono scoppiare anche tra i pastori che conducono i greggi al pascolo. Soprattutto se, tra questi, già da tempo non corre buon sangue. Sono dovuti intervenire i carabinieri della stazione di Cervinara per sedare il vero e proprio scontro che è stato ingaggiato, questa mattina , tra due pastori. Si tratta di un 36enne di Roccabascerana e di un 38 enne di Rotondi, entrambi già noti alle forze dell’ordine per diversi reati. Insomma, due teste calde che quando si incontrano fanno scintille. Questo mattina, il destino ci ha messo lo zampino. Entrambi, infatti, hanno deciso di portare i loro greggi a pascolare verso Tufara Valle. Così, le loro variegate carovane, composte, da pecore e cani, si sono entrambe incamminate, sul secondo tratto della strada a scorrimento veloce, dove esiste uno svincolo, nel territorio del comune di Pannarano, che arriva proprio sino a Tufara Valle. Ma, proprio a ridosso dello svincolo si sono incrociati i due greggi. Tra i due prima sono volate parole grosse e minacce, poi si è passati a via di fatto. Entrambi avevano dei nodosi bastoni e entrambi hanno aizzato i cani contro l’avversario. Qualche auto di passaggio, però, si è accorto di ciò che stava avvenendo ed ha dato l’allarme. Sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione di Cervinara che hanno prima sedato gli animi e poi hanno denunciato i due rivali. Non solo, sono state commutate anche delle pesanti multe , in quanto i greggi per transitare sulle strade devono avere delle apposite autorizzazione ed i due pastori ne erano sprovvisti. Non dimentichiamo, che qualche settimana fa, sempre sulla strada a scorrimento veloce, si è rischiata la tragedia. Un’auto ha investito diverse pecore che transitavano liberamente e per poco non veniva sfondato il parabrezza. Per tornare ai due pastori, probabilmente, entrambi hanno capito che devono cercarsi di non incrociarsi più, altrimenti, oltre alle botte che si danno a vicenda, rischiano le manette intorno ai polsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.