Eccellenza girone B: non sono mancate le sorprese già alla prima.

Appena partito il campionato e subito non sono mancate le soprese. Siamo solo alla prima giornata e già si è avuto un assaggio di quello che potrà essere il torneo, come sottolineato da tanti addetti ai lavori, sarà combattuto e con tante soprese. In attesa di conoscere il nome della sedicesima squadra che completerà il girone tra l’Agropoli, che ha formalizzato richiesta di ripescaggio in serie D, e la Mariglianese che invece retrocessa l’anno scorsa nel girone A è speranzosa di recuperare la categoria, per cui il Faiano non ha giocato, la sua prima partita rinviata. Ma vediamo cosa è accaduto in questa prima giornata, iniziata in salita per alcune squadre. Il risultato a sorpresa di questo turno arriva da Battipaglia, dove la Battipagliese è stata sconfitta dalla Polisportiva Santa Maria. La Battipagliese per problemi societari è partita in ritardo e nonostante degli ottimi acquisti effettuati con rapidità deve ancora trovare il passo giusto. Di contro la Polisportiva Santa Maria, tornata dopo un anno di purgatorio in Eccellenza, dimostra subito al sua forza, accreditandosi come una delle squadre da tenere d’occhio. Parte male anche il Costa D’Amalfi, una delle squadre che ha fatto un mercato importante, ha perso sul campo del San Vito Positano, un’altra delle ripescate che sfruttando il fattore campo e la voglia di riscatto riesce a piegare i cugini sulla carta più quotati. Bene anche il Castel San Giorgio che nonostante sia andato in campo senza allenatore, per le improvvise dimissioni di Rispoli ha la meglio sulla Scafatese che forse paga lo scotto di non conoscere ancora a sufficienza le dinamiche di questo girone, dopo avere giocato quasi sempre nel girone A. Il calendario prevedeva subito due derby irpini. Il Solofra vince quello con l’Eclanese, dopo un’ora di equilibrio i conciari riescono ad avere la meglio sulla squadra di Martino, tropo leggera in difesa e ancora da registrare. Parte invece alla grande il Cervinara, vince il derby con il San Tommaso e lancia un chiaro messaggio alle avversarie. I caudini sono tra i favoriti del torneo, ha mantenuto lo stesso organico migliorandolo con elementi di categoria. Ora i tifosi biancoazzurri sognano. Non proprio bene la Palmese, altra squadra che ha rifondato un po’ tutto con acquisti importanti, in panchina il nuovo tecnico Criscuolo. A strappare un punto ai rossoneri il Sant’Agnello dei giovani, che aveva coltivato anche la speranza del colpaccio dopo essere passato in vantaggio. Amaro in bocca anche per la Virtus Avellino di Cagnale che si è fatta raggiungere sul pareggio dal Valdiano, dimostrando la necessità di qualche registrazione difensiva se si vogliono coltivare ambizioni per un campionato importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.