Eccellenza girone B: il punto dopo la nona di ritorno

Marcia spedito solitario il Sorrento, dietro le inseguitrici vincono tutte con l’eccezione della Virtus Avellino che si fa fermare in casa dalla Battipagliese. I primi della classe hanno la meglio sulla Picciola, vincendo la resistenza dei salernitani pienamente coinvolti nella lotta per non retrocedere. Soffre contro un ottima Eclanese l’Agropoli, la squadra di Alessio Martino cade all’ultimo respiro grazie al solito rigore generoso concesso ai salernitani. Agropoli che nonostante il cambio di allenatore non riesce a ritrovare lo smalto dei tempi migliori. Nella zona play off l’impresa di giornata la porta a termine il Cervinara. La vittoria sul campo del San Vito Positano racchiude veramente tutto peri caudini: forza, lucidità e gioco. Una squadra in salute ed in fiducia che ora si prepara per l’assalto finale al secondo posto. Nelle prossime sei gare che restano fino alla fine, i biancoazzurri giocheranno per ben quattro volte in casa, un fattore non secondario. Ma quello che stupisce è la sicurezza e la semplicità con la quale i cervinaresi giocano, cosa che disarma gli avversari. Molto bene il Nola, che soffre all’inizio e poi passa facile sul campo del fanalino di coda Sant’Agnello. La squadra di Liquidato dimostra tutta la sua forza e si prepara ad un finale da far tremare i polsi, prossime due gare in casa contro Valdiano e poi Cervinara, è il momento della verità. Momento topico anche per il Valdiano che riesce a battere il Solofra solo di misura, rischiando nel finale di subire il pareggio, evitato dalla bravura di Robertiello. Il Solofra torna a casa a mani vuote e pensa già al difficile scontro con la Palmese. Ancora un pareggio per la Virtus Avellino che perde contatto dalla zona play off, non basta il gol di D’Andrea la Battipagliese con l’acqua alla gola riesce a portare via un punto. Vince ancora la Palmese, la squadra più in forma, arrivata a ridosso della zona che conta. Vittoria di misura sul Costa D’Amalfi che ha lottato come non mai per puntellare la sua classifica. Lotta accesa per non retrocedere, praticamente non cambia nulla perché perdono tutte, dando per spacciato il Sant’Agnello sono ben cinque le squadre coinvolte, dal San Vito Positano in giù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*