Eccellenza girone B: il punto dopo la quinta giornata

Quinta di campionato favorevole all’Agropoli che vince a Nola e resta sola in testa alla classifica. Quella della formazione salernitana è stata una vera e propria prova di forza, superato un Nola che ha fatto di tutto per raggiungere quantomeno il pareggio. E’ iniziata nel peggiore dei modi l’esperienza sulla panchina bianconera per il nuovo tecnico Stefano Liquidato. Costretto ad inseguire il Cervinara fermato in casa dal Sorrento. Caudini sciupone e anche un po’ sfortunati, oltre al catenaccio dei sorrentini la squadra di Iuliano ha dovuto fare i conti con un arbitraggio assolutamente discutibile. Il direttore di gara Diop di Caserta, due anni fa un promessa arbitrale, ora un po’ in difficoltà ha sbagliato praticamente tutto. Alla fine il Cervinara si lecca le ferite, due espulsioni pesanti quelle di Krivca e Calandrelli, entrambi under, e fra sette giorni lo scontro al vertice in casa dell’Agropoli. Dietro sugli scudi San Vito Positano e Picciola. I costieri superano lo spigoloso Faiano e si riscattano dal cappotto subito domenica scorsa contro la Virtus Avellino. Il Faiano è costretto a segnare il passo, la squadra di Carmine Turco giovane ed ingenua deve crescere in consapevolezza. Continua a sorprendere la Picciola, dopo la sconfitta nella prima di campionato a Cervinara, la squadra di Villecco è in serie positiva. Ancora una prova di maturità, e Valdiano domato. Un brutto colpo per gli uomini di Criscuolo costretti a segnare il passo con la prima sconfitta in campionato. Bene anche il Castel San Giorgio che supera in maniera netta la Palmese, rendendo più pesante la crisi dei napoletani. La squadra di Cerminara cammina a fari spenti ed ora si trova nella zona che conta. Bene, benissimo la Virtus Avellino, seconda vittoria consecutiva sul campo del Sant’Agnello e classifica che diventa più gradevole. Gli uomini di Criscitiello si fanno raggiungere sul doppio vantaggio ma poi ingranano la quarta, una macchina da gol ben undici gol realizzati in due partite. Ancora una vittoria sfumata per l’Eclanese, per l’ennesima volta non basta il doppio vantaggio agli uomini di Martino che si fanno rimontare sul pareggio da una indomita Costa d’Amalfi, e primo successo ancora rimandato. Delude ancora la Battipagliese, i problemi societari incidono non poco, a questa si aggiunge la voglia di riscatto del Solofra. I conciari vanno in vantaggio e vengono recuperati proprio nel finale dai bianconeri, un vero peccato per la squadra di Messina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*