Eccellenza girone B: il punto dopo la quinta di ritorno

Il Sorrento allunga ancora, ancora vincente la squadra rossonera, che complice la sconfitta interna dell’Agropoli porta a sei punti il vantaggio sulle seconde, si perché la rivelazione Virtus Avellino aggancia proprio i salernitani in crisi, con cui divide la piazza d’onore. Ma per il Sorrento non è stato un pomeriggio facile, la vittoria sul Cervinara in rimonta, è nata da un calcio di rigore dubbio, e da un tiro da calcio d’angolo, situazione che i caudini soffrono tantissimo. Cervinara che si morde le mani, una prestazione superlativa, quasi perfetta, con il portiere sorrentino Munao protagonista assoluto che con le sue parate ha mantenuto in partita un Sorrento. Poi le solite decisioni arbitrali, Befi lanciato a rete fermato per un fuorigioco che le immagini di Retesei hanno dimostrato inesistente, il capovolgimento di fronte ed il rigore magnanimo assegnato al Sorrento. Storia vecchia quella dei torti arbitrali di cui neanche la società, rassegnata non vuole parlare. Cervinara che perde posizioni in classifica sperando che questo momento passi presto. Si conferma la Virtus Avellino, travolto il Sant’Agnello e così la matricola irpina incomincia a respirare aria di vetta. Domenica prossima lo scontro in casa del Nola sarà un test importante per gli uomini di Criscitiello. Un Nola rinfrancato dal successo nettissimo sul campo dell’Agropoli e pronto a giocarsi domani la finale di Coppa Italia regionale contro il Savoia, prima dello scontro con gli avellinesi. In zona play off a fatica il Valdiano conquista tre punti d’ora a spese della Picciola, un gol all’ultimo respiro permette alla squadra di Criscuoli di rimanere in corsa. In corsa anche il Castel San Giorgio che esce indenne dallo scontro con la Palmese, un punto utilissimo su un campo ostico. Sorride anche il Solofra che spegne subito i segnali di ripresa della Battipagliese, vittoria netta per i conciari che sono ormai in una posizione tranquilla di classifica. Giornata no per l’Eclanese sconfitta dal Costa D’Amalfi, non è bastato raggiungere i costieri sul pareggio, poi al differenza è arrivata dalle motivazioni con i padroni di casa che conquistano punti pesanti per la salvezza. Un bel balzo in avanti lo fa anche il San Vito Positano che vince in casa del Faiano che a sua volta accusa una battuta d’arresto pericolosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.