Eccellenza girone B. il punto dopo la sesta di ritorno.

Ancora una giornata pro Sorrento. La squadra rossonera è in fuga, e grazie ai risultati delle avversarie porta a otto le lunghezze di vantaggio, e comincia a sentire profumo di serie D. Il solito gioco utilitaristico ha pagato ancora una volta, contro il Castel San Giorgio è bastato un gol nel finale per tornare a casa con i tre punti. Ora sinceramente il campionato lo può perdere solo il Sorrento che ha comunque un vantaggio rassicurante. Vista la piega che ha preso il campionato per la vetta, l’attenzione si sposta sulla zona play off, dove la corsa ad un posto utile si infiamma. Un bel passo in avanti lo fanno Nola e Cervinara. I bianconeri si aggiudicano il bi match con la Virtus Avellino sfoderando un’ottima prestazione, la squadra di Liquidato a questo punto dimostra di avere le carte in regola per ambire ad un posto al sole, confermando di essere la formazione più in forma del momento. Per la Virtus Avellino di Criscitiello arriva la prima sconfitta del nuovo anno, dopo quattro vittorie consecutive lo stop di Nola interrompe la corsa verso il vertice, ma nonostante tutto gli irpini riescono a mantenere la seconda piazza sempre in compagnia dell’Agropoli, a sua volta caduta a Cervinara. E la notizia del giorno è proprio il ritorno alla vittoria della formazione caudina, ancora una prova di carattere, ancora una prova di forza che finalmente ha riportato i tre punti. Con l’Agropoli venuto a Cervinara per giocarsela a viso aperto è stata partita vera, bella combattuta, che i biancoazzurri hanno voluto con volontà vincere. Il gol straordinario di Colarusso fa ripartire la squadra di Iuliano che vuole tornare ad essere protagonista del campionato. Per l’Agropoli ancora un passo falso anche se la squadra di De Cesare è apparsa viva. Pareggia il Valdiano che mantiene il quarto posto, lo fa sul campo abbastanza ostico del San Vito Positano a sua volta deciso a tirarsi fuori dalla zona pericolo. Bene Eclanese e Palmese, la squadra irpina si aggiudica il derby con il Solofra e ora veleggia in una zona tranquilla di classifica, mentre la Palmese vince a Battipaglia inguaiando ulteriormente la squadra di casa ora relegata al penultimo posto. Nella parte bassa vittoria fondamentale per la Picciola sul Costa D’Amalfi, decide il gol di Merola, e quella del Faiano che supera in trasferta il fanalino di coda Sant’Agnello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.