Ecco la classifica di sindaci e governatori più amati

Clemente Mastella è al decimo posto, con un gradimento del 59,60 per cento. A poco più di sei mesi dall’elezione a sindaco di Benevento continua la luna di miele con i cittadini, nonostante la notizia delle procedure per il dissesto. Scivola, invece, di ben dieci posizioni il sindaco di Avellino Paolo Foti che si piazza all’80esimo posto, mentre lo scorso anno era fermo al 70esimo. Lo rivela l’annuale gradimento de Il Sole 24 ore, rispetto ai sindaci dei capoluoghi di provincia. Al primo posto, svetta Chiara Appendino, sindaca pentastellata di Torino che continua a godere la massima fiducia dei suoi cittadini. Cosa totalmente diversa, invece, per Virgina Raggi che occupa il penultimo posto in classifica segno evidente di un malessere dei cittadini romani. Risale, invece, in modo vertiginoso la classifica, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che si trova al quarto posto, preceduto dal collega di Firenze Nardella e da Fizzarotti di Parma. L’annuale statica del giornale della Confindustria tiene conto di tanti fattori, che, a quanto pare, per Paolo Foti sono tutti estremamente negativi. Del resto, il malessere nella città di Avellino non manca e si fa sempre sentire. Benevento, invece, continua a stringersi intorno al suo primo cittadino. Mastella, del resto, proprio ad inizio del suo mandato ha lanciato dei segnali che sono stati accolti con grande speranza da tutti. Bisogna sottolineare, però, che i 60 posti che distanziano Mastella da Foti possono essere solo l’entusiasmo e la speranza per una prima elezioni, rispetto a chi governa oramai da tre anni e mezzo. Tra i presidenti di Regione, invece, primeggia il Veneto con Luca Zaia (Lega) al primo posto col 60% dei consensi, seguito da Enrico Rossi (Pd) che guadagna il 9% rispetto alla precedente rilevazione e si ferma al 57%. Medaglia di bronzo al presidente della Lombardia Roberto Maroni (Lega) che arriva al 54% (+11,2%). In discesa il gradimento per il governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*