Elezioni Politiche, i nuovi eletti diano prova di responsabilità. La nota di Franco Petraglia.

I risultati delle elezioni politiche del 4 marzo scorso sono sotto gli occhi di tutti. Gli italiani hanno scelto. L’Italia, ahimè, è senza maggioranza. Nessuno ha la forza di governare da solo. Per allontanare lo spettro di nuove elezioni, come già si vocifera in alcuni schieramenti politici,occorre appellarsi alla responsabilità di chi ha in mano le sorti della nazione, affinchè il bene di tutti sia superiore a quello delle singole forze politiche. In altre parole, no ad oscuri interessi di bottega. L’uomo della strada è stanco e disorientato, non riesce a capire i giochetti, non ha più la forza e la volontà di gridare contro lo sfascio,va perdendo il concetto di patria. Sono in aumento quelli che pensano di non andare più a votare. Siamo in mezzo al guado. Per uscirne,i nuovi eletti devono abbandonare la cultura passata,cementata dall’ottusità gestionale e dagli interessi personali. Bisogna operare per il bene comune, con più pulizia, trasparenza e passione. Seneca diceva:”Comandare non significa dominare, ma compiere un dovere”. Ad ogni modo, mi auguro che si formi quanto prima un governo da qualsiasi compagine emerga. Spero candidamente che il mio anelito non resti una “vox clamantis in deserto”. Ne va l’interesse della nazione e dei cittadini tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.