Emergenza neve: continua l’attività di soccorso dei carabinieri.

Da ieri sono state molteplici le richieste d’intervento pervenute al 112 da parte di cittadini, soprattutto anziani ed automobilisti in difficoltà a seguito delle rilevanti precipitazioni nevose e del gelo. Con l’impegno dei Carabinieri delle 68 Stazioni, dislocate in modo capillare sull’intero territorio irpino, anche nelle zone più impervie, dei Nuclei Radiomobili delle sei Compagnie, dei reparti del Gruppo Carabinieri Forestali di Avellino nonché del 10° Reggimento Carabinieri Campania di Napoli, è stata garantita un’ininterrotta assistenza alla cittadinanza. Serrati sono i controlli alla circolazione stradale, soprattutto per interdire la circolazione a coloro che, incuranti dell’obbligo imposto dal Codice della Strada (fuori dai centri abitati sulle principali vie di comunicazione) e dalle varie ordinanze comunali (nei centri abitati), si sono posti in viaggio senza i prescritti equipaggiamenti, compromettendo sia la loro sicurezza che quella degli altri utenti della strada.
Numerosi gli automobilisti rimasti bloccati e soccorsi dai Carabinieri, che in alcuni casi hanno materialmente aiutato a montare le catene da neve. È stato anche organizzato un monitoraggio per cercare di individuare possibili abitazioni isolate o persone in difficoltà, prestando soccorso ad alcuni malati che, rimasti bloccati nelle loro abitazioni, non potevano raggiungere il centro dove sistematicamente dovevano sottoporsi a necessarie cure, o perché necessitavano di medicinali, in taluni casi anche salva-vita. In tale contesto, a titolo puramente esemplificativo e certamente non esaustivo dei numerosi interventi effettuati, a Calitri, i Carabinieri Forestali della Stazione di Lacedonia hanno soccorso un automobilista rimasto con l’auto bloccata nella neve e non sapeva come fare per accompagnare una 93enne di Andretta al centro di dialisi. Così ha chiamato il “112”. A seguito di tale segnalazione, dopo pochi minuti i militari li hanno raggiunti ed hanno provveduto ad accompagnare l’anziana paziente al centro medico dove ha potuto effettuare l’urgente seduta. Analoghi interventi sono stati effettuati anche dai Carabinieri delle Stazioni di Calabritto e Trevico che hanno dovuto, in assenza di soluzioni alternative e considerata l’emergenza, accompagnare rispettivamente all’ospedale di Avellino una signora 65enne di Calabritto ed all’ospedale di Ariano Irpino una 70enne di Vallesaccarda. Provvidenziale poi l’intervento dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Baiano che a Monteforte Irpino, sulla SS. 7Bis, sono riusciti appena in tempo a scongiurare un principio di assideramento per un autotrasportatore 46enne di origini romene, colto da malore mentre era intento a montare le catene da neve al pesante mezzo che si era intraversato. Soccorso privo di sensi, è stato accompagnato dalla Gazzella presso l’ospedale di Baiano dove gli veniva diagnosticata “sindrome da ipotermia”. Ovviamente, anche in queste ore non si sono fermati i normali servizi istituzionali e di prevenzione dei reati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.