Emergenza rifiuti e ampliamento dello Stir: c’è un collegamento?

Irpiniambiente è un gigante con i piedi di argilla se alla prima difficoltà, ha dovuto bloccare la raccolta dell’umido nei comuni. Ancora una volta i problemi vengono scaricati sui cittadini che pagano fior di quattrini per un servizio che negli anni è lievitato con i costi. Ben vanga allora la protesta dei sindaci contro una gestione dei rifiuti che di efficiente ha ben poco. Inizia ora un’altra giornata di incontri ma l’impressione è che la vicenda non si sbloccherà nel giro di qualche giorno, anche perchè c’è tutto l’interesse a far si che l’emergenza crei problemi e proteste, in gioco ‘è l’ampliamento dello Stir di Pianodardine. Stiamo parlando del business dei rifiuti mica di noccioline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*