Esposto all’Autorità Anti Corruzione affidamento servizio assistenza domiciliare Comune di Avellino.

I sottoscritti Vincenzo Petruzziello, quale segretario generale della CGIL di Avellino e Marco D’Acunto, quale segretario generale della FP CGIL di Avellino, in nome e per conto delle stesse in relazione all’oggetto espongono quanto segue: Il Comune di Avellino con Determinazione Dirigenziale n. 476 del 16 febbraio 2016 indiceva procedura a contrarre ex art. 192 TUEL per l’affidamento del Servizio di Assistenza Domiciliare Socio-Assistenziale (SAD) per persone anziane, mediante procedura aperta, utilizzando come criterio di selezione delle offerte quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’articolo 83 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 per complessivi € 689.793,30 comprensivo di IVA, dando atto che l’importo complessivo risultava impegnato per € 542.322,76 al Cap. 1412/1 r.p. imp. 24675/2, giusta D.D. n. 1248/2015 PAC Anziani I Riparto, per € 114.983,74 al cap. 1422.00, giusta D.D. n. 3478 del 4/12/2014 I Annualità – II PSR A.T. A04, per € 32.486,80 al cap. 1422.00, giusta D.D. n. 591 del 25/02/2015 II Annualità – II PSR A. T. A04; Con Determinazione Dirigenziale n. 972 del 30/03/2016 è stata nominata la commissione incaricata di esaminare le offerte pervenute entro il termine fissato alle ore 12,00 del giorno 25/3/2016; Che dai verbali di seduta pubblica n. 1 del 4 aprile 2016, in seduta riservata del 5 aprile 2016, in seduta pubblica n. 2 dell’8 aprile 2016, dalla richiesta di giustificativi inerenti la congruità dell’offerta dell’11 aprile 2016, dal verbale in seduta riservata n. 2 del 12 aprile 2016, dalla richiesta di ulteriori precisazioni del 14 aprile 2016 e dalle precisazioni alle giustificazioni del prezzo offerto del 15 aprile 2016 per l’appalto in oggetto si evince l’aggiudicazione in via provvisoria alla Cooperativa Sociale “La Meridiana” a.r.l. ONLUS con sede alla Via dei Longobardi di Benevento, P.IVA 01043200623, per l’importo offerto pari ad € 6.538,43 sugli oneri gestionali, con un ribasso dell’86% offerto sull’importo di € 46.703,08 posto a base di gara, oltre 643.090,22 relativo al costo del personale non soggetto a ribasso, per un importo complessivo di € 649.628,65 IVA inclusa; Con Determinazione della dirigente comunale n. 209 del 15 aprile 2016 veniva aggiudicato l’affidamento del Servizio di Assistenza Domiciliare Socio-Assistenziale (SAD) in favore di persone anziane; L’offerta presenta un esorbitante ribasso d’asta completamente sganciato dalla realtà del servizio oggetto di affidamento in quanto non può concretamente consentire di far fronte agli oneri gestionali e come tale rischia di falsare l’intera procedura; Considerata la durata del servizio (6 mesi minimo) e l’estensione territoriale dello stesso (16 Comuni) nonché tutte le attività a farsi, il prezzo offerto dalla aggiudicataria appare straordinariamente inferiore finanche ai soli costi vivi da sostenere per svolgere correttamente l’appalto CHIEDONO A Codesta Spettabile ANAC di attivare ogni provvedimento ai sensi dell’art. 6 e ss. Del D Lgs 163 del 12 aprile 2006 affinché si verifichino tutte le eventuali violazioni e conseguentemente adotti ogni provvedimento del caso. Si resta in attesa di un celere riscontro, in considerazione del grave rischio che corre la reale esecuzione dell’appalto e, con esso, il servizio per fasce particolarmente deboli e disagiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*