Estate: esodo su strade verso vacanze, traffico intenso

traffico autostradaFuga dalle città verso le attese vacanze in questo week end agostano da bollino nero per la circolazione. Traffico intenso e code a tratti fin dalle prime ore del mattino sul tratto emiliano dell’A1, da Piacenza a Bologna in direzione sud, ma senza gli incidenti che ieri hanno provocato il blocco per ore dell’arteria tra Piacenza e Parma. Code a tratti anche nel nodo bolognese A1-A14 e poi su quest’ultima autostrada dal capoluogo emiliano alla Romagna. In A14, tra Rimini e Riccione, ha viaggiato anche, fortunatamente per poco tempo, una Golf car, il miniveicolo che si usa per gli spostamenti nei campi da golf: un principe degli Emirati Arabi ha spiegato alla Polstrada che dopo aver raggiunto Rimini non sapendo fare ritorno in albergo, ha attivato il navigatore del telefono ed è finito in autostrada. Rallentamenti e incolonnamenti del traffico stamani anche nella carreggiata sud nel tratto marchigiano dell’A14, in particolare tra Cattolica e Ancona sud mentre una coda di 14 chilometri si è formata durante la notte lungo l’autostrada A4 Venezia-Trieste a causa di un incidente che ha coinvolto quattro automobili dopo lo svincolo di uscita per la barriera di Portogruaro ed è stata smaltita soltanto all’alba. Chiuse alcune statali in montagna in Veneto e Lombardia per smottamenti provocati dalle piogge intense della scorsa notte: alcuni tratti della 51 Alemagna, della 301 dello Stelvio e della 38 del passo del Foscagno. Coda fino a 15 km per gli automobilisti diretti a Cortina d’Ampezzo a causa della frana che ha interrotto la strada nel tratto tra San Vito di Cadore e il capoluogo ampezzano. Soltanto verso sera il traffico nell’area dolomitica bellunese si è normalizzato. Disagi per la circolazione anche alla frontiere. Al Traforo del Monte Bianco sono state segnalate due ore di coda nel versante francese (verso l’Italia) e un’ora nella direzione opposta. Traffico intenso anche verso il confine per la Slovenia. Al Sud pienone di automobili lungo l’intera autostrada A3 “Salerno-Reggio Calabria”, con punte di oltre 4 mila veicoli/ora nel salernitano; all’imbarco di Villa San Giovanni si sono registrate due ore di attesa in direzione Sicilia. In Calabria, invece, un nuovo forte temporale si è abbattuto su Catanzaro e sulla provincia provocando allagamenti e disagi alla circolazione: a Lamezia Terme alcuni automobilisti sono rimasti bloccati all’interno delle vetture ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. E in provincia di Taranto un improvviso cambiamento delle condizioni meteo, accompagnato da nubifragi, grandinata e una tromba d’aria, ha costretto la Guardia costiera a una serie di interventi di soccorso e salvataggio sul litorale orientale della provincia. Ma in questo fine settimana di piena estate non soltanto chi ha deciso di spostarsi in auto ha avuto inconvenienti. Il treno partito da Palermo ieri alle 18.30 e diretto a Roma sarebbe dovuto arrivare a destinazione alle 7.13 di stamane, invece è giunto poco prima delle 11. Quasi 4 ore di ritardo accumulate alla stazione di Messina, dove il convoglio è rimasto a lungo fermo in attesa dei passeggeri provenienti da Siracusa e arrivati solo a tarda notte, in autobus, “per il calo della tensione elettrica lungo la tratta jonica” hanno riferito gli sfortunati viaggiatori rimasti sui binari “al caldo, senza aria condizionata e senza assistenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*